Tipi di grafici

Livello Base: - Lezione 7
Analisi Tecnica - Tipi di grafici

Per iniziare l’analisi dei grafici, è di cruciale importanza capire che tipo di grafici possono venir usati per prevedere i movimenti del mercato e come sono fatti i diversi grafici. I tre tipi di grafici più popolari sono:

.- Grafici a linee
.- Grafici a barre (OHLC)
.- Grafici a candele

 

Grafici a linee

Un grafico a linee è formato unendo con una linea  i punti che rappresentano i prezzi di chiusura di differenti intervalli di tempo. I grafici a linea appartengono ai tipi di grafico più vecchio, usato in passato dai traders di borsa. Uno dei vantaggi dell’uso dei grafici a linea è la visibilità fornita. Tuttavia I grafici a linea ti forniscono solamente le informazioni sul prezzo di chiusura in un dato intervallo di tempo. Le informazioni che mancano in un grafico a linee riguardano il prezzo di apertura, il prezzo massimo e quello minimo.

Qui in basso puoi vedere un esempio di un grafico a line impostato su un intervallo di 15 minuti su EUR/USD.

Grafici a barre

A differenza dei grafici a linee, I grafici a barre forniscono ai trader tutte le informazioni rilevanti circa un determinate intervallo di tempo: il prezzo di chiusura, il prezzo di apertura, quello massimo e quello minimo. Ciò può essere compreso meglio dando uno sguardo all’esempio qui riportato:

La barra inizialmente è formata da una linea orizzontale che appare sulla sinistra della linea verticale e ciò rappresenta il prezzo di apertura di un intervallo di tempo scelto. Dopo l’apertura, la linea verticale inizia a formarsi dove l’estremità superiore della linea verticale rapresenta il massimo dell’intervallo di tempo e l’estremità inferiore della linea verticale rappresenta il minimo dell’intervallo di tempo. Quando questo intervallo giunge alla fine, sul lato destro della verticale  appare una linea orizzontale che rappresenta il prezzo di chiusura dell’intervallo.

La cosa da tenere a mente è che la linea orizzontale a sinistra è al di sotto della linea orizzontale a destra, e che quest’ultima rappresenta  una barra di  “incremento” quando il mercato acquista forza. D’altra parte, se la linea orizzontale sinistra è al di sopra della linea orizzontale destra, quest’ultima linea rappresenta allora una barra di “decremento”  in cui il mercato ha perso slancio. 

In conclusione, i grafici a barre  ti forniscono tutte le informazioni necessarie su un intervallo di tempo ma d’altro canto, il loro difetto è la mancanza di visibilità, soprattutto se fai uno zoom out del grafico. Con un grafico rimpicciolito è assai difficile determinare se una certa barra sia di incremento o di decremento.

Qui puoi vedere un grafico a barre con un intervallo di 15 minuti su EUR/USD.

Grafico a candele

Il grafico a candele (o “candele giapponesi”) risale al Giappone del XVIII secolo, quando i commercianti di riso tracciavano tali grafici  per analizzare i possibili movimenti dei prezzi che avrebbero potuto interessare i loro affari. Simili ai grafici a barre, le candele giapponesi ti forniscono tutte le informazioni necessarie su un intervallo di tempo risolvendo anche il problema della visibilità, che è un difetto dei grafici a barre.

Una candela è formata come una barra, ma con un’eccezione: le linee orizzontali sono estese su entrambi i lati e, connesse tra loro, formano il corpo della candela. Se una data candela registra un incremento, il corpo sarà di colore bianco o verde, mentre se la candela registra un decremento il corpo sarà allora nero o rosso. Naturalmente, il colore del corpo di una candela può differire e ciò dipenderà dalla piattaforma di trading o dalle tue preferenze.

Come spiegato prima, il corpo rappresenterà I prezzi di apertura e chiusura e le linee verticali che escono fuori dal corpo rappresenteranno il massimo ed il minimo dell’intervallo di tempo. Tali linee vengono chiamate “ombre”.

La cosa interessante nelle candele giapponesi è che esse tendono a creare  ombre  e sequenze di forme che permettono ai trader di capire l’attuale  market sentiment, aiutandoli anche a identificare delle possibili zone di inversione. 

Qui puoi vedere un grafico a candele su un intervallo di 15 minuti su  EUR/USD.

Livello Base: corsi:

Prova le tue competenze nel conto Demo Xstation5

Prova un conto demo

Prossimo corso: Livello Intermedio:

Impara tecniche e strumenti più complessi che ti saranno d'aiuto nel trading.

Inizia il corso: