Bitcoin pronto al rilancio?

16:15 12 novembre 2018

Sommario:

  • La cripto-volatilità cade ulteriormente
  • La bassa volatilità è buona o cattiva?
  • Bitcoin finemente bilanciato a metà $ 6000


I mercati della criptovaluta sono rimasti insolitamente insoliti di recente, con la volatilità che ha raggiunto il livello più basso in oltre un anno. A intervalli settimanali, gli indici azionari hanno registrato una maggiore volatilità, evento estremamente raro. Tuttavia, questa non è la prima volta che la volatilità è diminuita e in precedenza questo ha preceduto grandi mosse e potremmo essere nel mezzo della calma prima di una tempesta.

The volatility of cryptocurrencies has dropped further of late and is well below the range seen last year. Source: sifrdata.com     

Ci sono due modi per guardare al declino della volatilità al momento e, a seconda della scuola di pensiero, può essere vista come positiva o negativa. L'argomentazione sul perché la bassa volatilità è buona va oltre il punto che forse il processo di scoperta dei prezzi è diventato più efficiente e quindi il mercato potrebbe raggiungere un equilibrio. Uno degli argomenti chiave contro le criptovalute che guadagnavano la trazione come metodo di pagamento era che erano troppo volatili e quindi servivano da scarsa riserva di valore. Qualcosa che oscilla selvaggiamente del 5% o più nella maggior parte dei giorni - come il prezzo l'ha fatto l'anno scorso - non è attraente da usare come mezzo di pagamento.


D'altra parte, tuttavia, un calo della volatilità può essere considerato negativo. Dal punto di vista del trading, una minore volatilità significa meno opportunità. Le gamme giornaliere negli ultimi due mesi sono state così strette che è difficile trovare molte buone configurazioni. Detto questo, è improbabile che questo periodo di bassa volatilità continui indefinitamente e mentre il concetto di determinazione del prezzo di un equilibrio è bello in teoria, nella realtà è altamente improbabile. Se il mercato si fosse stabilizzato su un livello molto più basso, questo potrebbe essere il caso, ma sembra improbabile che il mercato rimarrà nella gamma attuale per troppo tempo ancora.


Lungo queste linee ci sono dei livelli abbastanza chiari da tenere d'occhio e quando questi vengono scomposti (più in alto o più in basso), allora una grande mossa potrebbe scaturirne. Il bitcoin ha subito una tendenza al ribasso verso l'inizio dell'anno, ma ha recentemente superato la linea di tendenza in quello che è uno sviluppo positivo. Inoltre, il mese di novembre ha spesso una stagionalità positiva per il mercato ed è in effetti il ​​mese più rialzista in media negli ultimi 5 anni. Il mercato ha fatto registrare un minimo significativo quasi esattamente un anno fa intorno al 5770 prima di intraprendere una forte mossa più alta.

Bitcoin bottomed out around 5770 this time last year before embarking on a strong run higher. Is another rally just around the corner? Source: xStation

 

Finché il prezzo non scenderà al di sotto del livello di supporto intorno al 5770, allora c'è una possibilità che la storia si ripeta e un'altra spinta più forte. In termini di resistenza ambientale, potrebbe valere la pena di tenere sotto controllo 6800 con una rottura al di sopra, annullando una serie di picchi più bassi e fornendo ulteriori sviluppi positivi per i tori. La SMA a 200 giorni è attualmente appena sopra a 6989 e non prima che il prezzo ritorni al di sopra di quello che si può vedere la tendenza a lungo termine è diventata più alta. Se ciò dovesse accadere, allora sono possibili 7350 e 8450.

 

Bitcoin is looking more positive after breaking above the falling trendline but bulls will want to see price get above 6800 and ideally the 200 day SMA (6989 at present) before getting too hopeful of a sustained push higher. Source: xStation

 

 

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA, con sede a Varsavia, Ogrodowa 58, 00-876 Varsavia, Polonia (KRS n. 0000217580) ed è supervisionato dall'autorità finanziaria polacca (KNM). M-4021-57-1 / 2005). Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A.non è responsabile per le azioni o le omissioni di alcun cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari, intraprese sulla base delle informazioni contenute nella presente comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri.

Condividi:
Precedente