Breaking News

8 novembre 2018

 

Nella giornata di ieri, il risultato delle elezioni americane ,che ha distribuito potere nelle Camere (recupero della Camera di Rappresentanti dei Democratici e del Senato nelle mani di Repubblicani) - ha ricevuto preferenza per meno attività difensive (Risk On): guadagni nei mercati azionari (+ 2,13% in DJI, + 2,12% in Nasdaq) e calo del dollaro (1,1432 vs 1,1427). D'altro canto, la redditività del T-Note ha reagito inizialmente al ribasso, con aspettative inferiori di impulsi per i pubblici ministeri.

In Spagna, la decisione della Corte Suprema ha ridotto le incertezze sul settore bancario, e ha permesso il recupero del settore con il  2,2%,ed in seguito il governo ha annunciato che approverà un regio decreto legge, che modificherà la tassa di trasmissioni, in modo che l'AJD sia pagato dal settore finanziario, dalla sua entrata in vigore. Tuttavia, il migliore comportamento è stato ottenuto dal settore dei beni di consumo, (+ 3,5%), guidato da Inditex (+ 5,20%). Nei mercati azionari europei, i settori con i migliori comportamento erano in  distribuzione con 3,5%, seguito da Costruzione (+ 2,3%) e Pharma e Utilities (con il 2,1% entrambi).

Nella sessione di oggi, gli aspetti macroeconomici torneranno ad attirare  l'attenzione dei mercati, con due citazioni pertinenti su entrambe le sponde dell'Atlantico.

1- In Europa, la Commissione europea pubblica l'aggiornamento autunnale delle sue prospettive economiche.Gli indicatori di attività principali indicano un rallentamento, quindi è probabile che vedremo qualche aggiustamento al ribasso.

2- negli Stati Uniti La Federal Reserve fa degli incontri ma non ci aspettiamo movimenti sui  tassi (attualmente al 2,0% -2,25%) fino all'incontro di Dicembre.

La sorpresa è su uno di questi fronti, con un'intensa di revisione in crescita delle proiezioni o un aumento previsto dei tassi che negli  Stati Uniti potrebbe limitare la ripresa a cui stiamo assistendo con le  borse e con l’euro. Va ricordato che le ultime proiezioni della CE ha indicato una crescita del PIL del 2,1% per il 2018 e 2% per il 2019, mentre quelli della BCE, che erano già state viste a settembre ha indicato il 2,0% entro il 2018 (rispetto al 2,1% precedente) e dell'1,8% per il 2019 (rispetto all'1,9% precedente).

Dal punto di vista commerciale, la pubblicazione dei risultati continua negli Stati Uniti con l’86,6% dei 500 S & P già pubblicato, e con un aumento del BPA del 27,41% su base annua, che è del 5,97% superiore al previsto prima dell'inizio del periodo di pubblicazione.In sintesi, ci aspettiamo che i mercati mantengano il tono di ripresa dopo la forte correzione del mese di ottobre

Questo rapporto è fornito esclusivamente a scopo informativo e di marketing. Qualsiasi opinione, analisi, prezzo o altro contenuto non costituisce un consiglio o una raccomandazione di investimento. XTB non accetterà alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni, inclusa, a titolo esemplificativo, qualsiasi perdita di beneficio, che potrebbe derivare direttamente o indirettamente dall'uso o dall'affidamento di tali informazioni.

Tags:
Condividi:
Precedente