I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Uno sguardo più attento alla lettura dell'IPC di oggi

19:11 14 novembre 2023

I dati sull'inflazione CPI negli Stati Uniti per il mese di ottobre, pubblicati oggi, erano uno dei principali dati macro previsti per la giornata di oggi. Il rapporto si è rivelato una sorpresa dovish, con entrambi gli indicatori headline e core al di sotto delle aspettative. Sebbene l'entità della sorpresa non sia stata grande, l'entità del movimento successivo all'IPC è stato il più grande degli ultimi mesi! Diamo un'occhiata più da vicino alla lettura di oggi.

L'IPC rallenta più del previsto

Inizia ad investire oggi o prova un conto demo senza rischi

Registrati per un conto reale PROVA UNA DEMO Scarica la app mobile Scarica la app mobile

Il rapporto CPI statunitense di ottobre ha mostrato letture inferiori alle attese per gli indicatori di crescita dei prezzi headline e core. L'IPC principale è rallentato più del previsto al 3,2% a/a, la lettura più bassa da luglio 2023, mentre l'indicatore core è sceso inaspettatamente al 4,0% a/a, la lettura più bassa da settembre 2021! I dati più deboli del previsto hanno innescato una reazione dovish sui mercati, facendo impennare gli indici e l'oro, mentre l'USD e i rendimenti USA sono crollati. L'entità dei movimenti è stata massiccia, poiché il dato odierno sull'inflazione ha dimostrato che la Fed sta facendo un buon lavoro per ridurre l'inflazione e ha alimentato le speranze del mercato che il ciclo di rialzi dei tassi sia già finito.

Stati Uniti, rapporto CPI di ottobre

  • Headline : 3,2% a/a contro il 3,3% a/a previsto (precedente 3,7% a/a)
  • Headline : 0,0% MdM vs 0,1% MdM atteso (prec. 0,4% MdM)
  • Core (annuale): 4,0% a/a vs 4,1% a/a previsto (prec. 4,1% a/a)
  • Core (mensile): 0,2% vs 0,3% MoM atteso (prev. 0,3% MoM)

Contributi all'inflazione CPI statunitense. Fonte: BLS USA, Macrobond, XTB Research

Il rifugio rimane un fattore chiave

Come si può vedere nel grafico della sezione precedente, i beni rifugio continuano a contribuire in modo determinante all'inflazione statunitense di ottobre. Questa categoria ha contribuito per 2,35 punti percentuali alla lettura complessiva. Tuttavia, le misure dell'inflazione degli alloggi utilizzate dal Bureau of Labor Statistics statunitense sono in forte ritardo rispetto alla realtà. Il grafico sottostante mostra il rapporto tra la componente "beni rifugio" dell'IPC statunitense e l'indice dei prezzi delle case Case Shiller con un ritardo di 18 mesi. Si può notare che l'indice Case Shiller indica un calo significativo della componente rifugio dell'IPC statunitense nei prossimi mesi, il che dovrebbe esercitare una pressione al ribasso sulle letture complessive dell'IPC e sostenere l'idea che il ciclo di rialzo dei tassi della Fed sia già finito.

Componente rifugio dell'IPC statunitense e indice dei prezzi delle case Case Shiller. Fonte: BLS USA, Macrobond, XTB Research

I mercati vedono una Fed più dovish!

La reazione post-CPI di oggi sui futures dell'S&P 500 è stata la più grande degli ultimi mesi, con un balzo del contratto front-month di oltre l'1,2% nei primi 30 minuti successivi alla pubblicazione. L'entità della sorpresa dei dati non è stata eccessiva, ma ha portato a cambiamenti massicci nel pricing del mercato monetario sulle future mosse della Fed. 

Fino a ieri i mercati vedevano circa il 30% di possibilità che la Fed effettuasse un rialzo dei tassi a cavallo tra il 2023 e il 2024. Ora, invece, i mercati valutano meno del 5% di possibilità di una tale mossa. Inoltre, mentre ieri i mercati hanno pienamente prezzato un taglio dei tassi della Fed di 25 punti base per il luglio 2024, ora vedono la Fed che effettua un taglio dei tassi di 25 punti base a giugno, seguito da un altro a luglio! Il terzo taglio dei tassi nel 2024 è pienamente prezzato per novembre 2024, mentre il quarto è quasi completamente prezzato per la riunione di dicembre 2024!

I mercati si aspettano ora che la Fed tagli i tassi di quasi 100 punti base nel corso del 2024! Fonte: Bloomberg Finance LP Bloomberg Finance LP

Uno sguardo ai grafici

EURUSD

L'EURUSD ha registrato un'impennata dopo la pubblicazione dei dati dell'IPC statunitense di ottobre, con la debolezza del dollaro USA a guidare il movimento. La coppia valutaria principale è balzata al di sopra della zona di resistenza contrassegnata dal 38,2% di ritracciamento del movimento al ribasso avviato a metà luglio 2023. I tori non si sono fermati lì e la coppia ha superato la media mobile a 200 sedute (linea viola). Tuttavia, i guadagni sono rallentati in seguito e l'EURUSD ora scambia appena al di sotto della zona di resistenza che va sotto il 50% di ritracciamento.

Fonte: xStation5

US500

I futures sull'S&P 500 (US500) sono saliti grazie alla pubblicazione dell'IPC che ha aumentato le probabilità di fine del ciclo di rialzo dei tassi della Fed. L'indice sta guadagnando quasi il 2% in giornata e scambia ai livelli più alti degli ultimi 2 mesi! Osservando il grafico da un punto di vista tecnico, possiamo notare che la zona di resistenza nell'area dei 4.500 pts viene testata al momento della stampa. Una rottura al di sopra di essa aprirebbe la strada verso la soglia dei 4.580 pts, che rappresenta un intervallo da manuale per il breakout al rialzo di un canale ribassista recentemente interrotto.

Fonte: xStation5

ORO

L'ORO e gli altri metalli preziosi beneficiano del calo post-CPI sul mercato USA e sui rendimenti statunitensi. Dando un'occhiata al grafico a intervallo D1, possiamo vedere che ieri è stato dipinto un modello di pinbar rialzista nell'importante zona di prezzo - il supporto segnato con la media mobile a 200 sedute (linea viola) e il 50% di ritracciamento del movimento al ribasso lanciato nel maggio 2023. L'impennata odierna dei prezzi dell'oro si inserisce bene in questa configurazione tecnica rialzista. La resistenza a breve termine da tenere d'occhio si trova nell'area di 1.975 dollari l'oncia, contrassegnata dal 61,8% di ritracciamento.

Fonte: xStation5

Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. XTB S.A. non è responsabile per eventuali azioni o omissioni del cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari. XTB non si assume alcuna responsabilità per qualsiasi perdita o danno, anche senza limitazione, eventuali perdite, che possono insorgere direttamente o indirettamente, intrapresa sulla base delle informazioni contenute in questa comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri. Le prestazioni passate non sono necessariamente indicative dei risultati futuri, e chiunque agisca su queste informazioni lo fa interamente a proprio rischio.

Condividi:
Precedente
Xtb logo

Unisciti a oltre 1 Milione di investitori da tutto il mondo

Utilizziamo i cookie

Facendo clic su "Accettare tutti", acconsenti alla memorizzazione dei cookie sul tuo dispositivo per migliorare la navigazione del sito, analizzare l'utilizzo del sito e assisterci nelle nostre attività di marketing.

Questo gruppo contiene i cookie necessari per il funzionamento dei nostri siti. Prendono parte a funzionalità come le preferenze della lingua, la distribuzione del traffico o il mantenimento della sessione dell'utente. Non possono essere disabilitati.

Nome del cookie
Descrizione
SERVERID
userBranchSymbol Data di scadenza: 2 marzo 2024
adobe_unique_id Data di scadenza: 1 marzo 2025
test_cookie Data di scadenza: 8 settembre 2022
SESSID Data di scadenza: 2 marzo 2024
__hssc Data di scadenza: 8 settembre 2022
__cf_bm Data di scadenza: 8 settembre 2022
intercom-id-iojaybix Data di scadenza: 26 novembre 2024
intercom-session-iojaybix Data di scadenza: 8 marzo 2024

Utilizziamo strumenti che ci consentono di analizzare l'utilizzo della nostra pagina. Tali dati ci consentono di migliorare l'esperienza utente del nostro servizio web.

Nome del cookie
Descrizione
_gid Data di scadenza: 9 settembre 2022
_gat_UA-68598248-1 Data di scadenza: 8 settembre 2022
_gat_UA-121192761-1 Data di scadenza: 8 settembre 2022
_ga_CBPL72L2EC Data di scadenza: 1 marzo 2026
_ga Data di scadenza: 1 marzo 2026
AnalyticsSyncHistory Data di scadenza: 8 ottobre 2022
__hstc Data di scadenza: 7 marzo 2023
__hssrc

Questo gruppo di cookie viene utilizzato per mostrarti annunci di argomenti che ti interessano. Ci consente inoltre di monitorare le nostre attività di marketing, aiuta a misurare le prestazioni dei nostri annunci.

Nome del cookie
Descrizione
MUID Data di scadenza: 3 ottobre 2023
_uetsid Data di scadenza: 9 settembre 2022
_uetvid Data di scadenza: 3 ottobre 2023
_omappvp Data di scadenza: 20 agosto 2033
_omappvs Data di scadenza: 8 settembre 2022
_fbp Data di scadenza: 7 dicembre 2022
fr Data di scadenza: 7 dicembre 2022
muc_ads Data di scadenza: 7 settembre 2024
lang
_ttp Data di scadenza: 3 ottobre 2023
_tt_enable_cookie Data di scadenza: 3 ottobre 2023
_ttp Data di scadenza: 3 ottobre 2023
hubspotutk Data di scadenza: 7 marzo 2023

I cookie di questo gruppo memorizzano le tue preferenze che hai fornito durante l'utilizzo del sito, in modo che siano già presenti quando visiti la pagina dopo un certo tempo.

Nome del cookie
Descrizione
personalization_id Data di scadenza: 7 settembre 2024
UserMatchHistory Data di scadenza: 8 ottobre 2022
bcookie Data di scadenza: 8 settembre 2023
lidc Data di scadenza: 9 settembre 2022
lang
bscookie Data di scadenza: 8 settembre 2023
li_gc Data di scadenza: 7 marzo 2023

Questa pagina utilizza i cookie. I cookie sono file memorizzati nel tuo browser e vengono utilizzati dalla maggior parte dei siti per personalizzare la tua esperienza sulla rete. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Politica dei cookie Puoi gestire i cookie facendo clic su "Impostazioni". Se accetti il nostro utilizzo dei cookie, fai clic su "Accettare tutti".

Cambia regione e lingua
Paese di residenza
Lingua