Apri un conto reale Apri un conto Demo

Cosa significano le elezioni europee per l'Europa e i mercati finanziari?

12:25 23 maggio 2019

Sommario:

  • Si prevede che la coalizione PPE e S&D perderà la maggioranza dopo le elezioni di questo mese
  • Le prestazioni delle parti euroscettiche possono influire sui mercati finanziari e sulle economie europee
  • Un nuovo Parlamento europeo consisterà in un numero ridotto di seggi
  • EURUSD, GBPUSD e DE30 tra i principali mercati da tenere d'occhio

Le elezioni per il Parlamento europeo iniziano oggi e dureranno fino a domenica. Il risultato delle elezioni offrirà uno sguardo sul sostegno ai partiti euroscettici di estrema destra e potrebbe pertanto influenzare le prospettive per le economie europee e alcuni mercati finanziari. Ecco una breve guida su cosa aspettarsi dopo le elezioni.

Meno posti in un nuovo parlamento

Durante i prossimi 5 anni il Parlamento europeo avrà 705 seggi contro i 751 seggi attuali se il Regno Unito lascia l'UE. Fino ad allora, il PE sarà composto da 751 posti. La possibile riduzione è il risultato della Brexit e di una diversa distribuzione dei parlamentari britannici. Il Regno Unito detiene 73 seggi nella configurazione attuale. 27 seggi su 73 saranno distribuiti fra 14 paesi, quindi l'effettiva riduzione dei posti sarà pari a 46 posti. In pratica, questo cambiamento avrà un impatto trascurabile su un futuro parlamento.


La coalizione rischia di perdere la maggioranza

I Sondaggi condotti finora quest'anno suggeriscono che l'attuale coalizione PPE / S & D perderà la maggioranza. Fonte: Wikipedia, XTB Research

Il Parlamento Europeo è già nelle mani di due grandi partiti: il Partito Popolare Europeo (PPE) e Socialisti & democratici (S&D) che detengono il 54% dei seggi. Anche l'Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa (ALDE) è nel blocco. Tuttavia, i sondaggi condotti finora quest'anno segnalano (in media) che la coalizione PPE / S&D perderà la maggioranza e potrebbe avere circa il 44% dei seggi. Allo stesso tempo, il più grande vincitore sarà l'Europa delle Nazioni e della Libertà (ENF), ovvero Il partito anti-immigrazione, duro euroscettico e di estrema destra. Sebbene l'ENF è progettato su di sostanziale miglioramento del risultato delle sue ultime elezioni, si prevede che l'intero blocco dei partiti euroscettici guadagnerà terreno solo marginalmente (la loro quota nel Parlamento Europeo potrebbe salire al 28% dal 27%, in base ai sondaggi). Infine, ma non meno importante, l'affluenza alle elezioni per il Parlamento Europeo tende ad essere bassa (poco più del 40% di recente), quindi è necessario prestare la dovuta attenzione quando si analizzano i sondaggi appena citati.

Difficoltà nel formare una nuova Commissione Europea

Considerando che l'attuale coalizione non sarà in grado di formare una nuova Commissione Europea (un nuovo PE potrebbe essere più frammentato), c'è la probabilità che esso non sarà creato completamente entro la fine dell'anno. In tal caso, ciò potrebbe significare maggiore incertezza per l'economia europea e anche per i mercati finanziari. Da un punto di vista economico, la CE è un organismo molto importante in quanto è responsabile dell'assegnazione dei fondi europei.

I Partiti più euroscettici

Un recente aumento del nazionalismo in Europa (i partiti di estrema destra in molti paesi hanno visto un notevole aumento di sostegno) ha seminato un granello di incertezza quando parliamo del futuro di molte economie europee. Le elezioni per il PE daranno un ulteriore visione di questa situazione e dimostreranno se questi partiti mantengono il loro sostegno. Inoltre, le elezioni europee potrebbero essere viste come una delega prima delle elezioni locali. Di seguito vi presentiamo una lista dei partiti più euroscettici per paese il cui esito potrebbe avere importanza quando si terranno le elezioni locali:

 

  • Francia - Raggruppamento Nazionale 

  • Italia - La Lega 

  • Germania - Alternativa per la Germania 

  • Spagna - Vox

  • Austria - Partito della libertà

  • Svezia - Democratici Svedesi 

  • Ungheria - Fidesz (Unione Civica Ungherese), Jobbik (Movimento per un’Ungheria Migliore

Impatti sui mercati 

Bisogna notare che un rischio maggiorato prima delle elezioni rimane piuttosto basso (escludendo lo spread di rendimento di 10 anni Italia / Germania che è piuttosto elevato a causa di ragioni interne in Italia), quindi c'è una possibilità che i mercati restino sorpresi se, ad esempio, il sostegno ai partiti euroscettici si rivela superiore alle attese. Inoltre, il fatto che i mercati azionari europei stiano commerciando a livelli abbastanza impegnativi aggiunge anche un potenziale rischio al ribasso. D'altro canto, l'Euro non sembra essere in grado di perdere terreno significativamente all'indomani delle elezioni, poiché si sta tradando vicino al suo minimo da 2 anni.


Uno sguardo ai grafici 

L'EURUSD è diminuito di circa il 10% dall'aprile 2018. Tenendo conto dei recenti sviluppi economici in Europa, non ci sono molte ragioni per aspettarsi un forte apprezzamento dell'EUR. Dall'altro lato, il dollaro americano sembra essere semplicemente costoso. 1.1120 è un altro livello tecnico chiave da tenere d'occhio. Fonte: xStation5

Il mercato azionario tedesco ha guadagnato oltre il 15% dal minimo osservato a dicembre. Questo risultato è giunto nonostante le difficoltà nel settore industriale in molti paesi europei. I livelli tecnici da guardare sono localizzati rispettivamente a 12.440 e 11.590 punti. Fonte: xStation5

Anche La sterlina britannica potrebbe anche essere un mercato interessato dalle elezioni. Il GBPUSD ha recentemente accelerato la sua tendenza al ribasso a causa di un altro fallimento del Primo Ministro May all'orizzonte. Il supporto cruciale per guardare può essere trovato a 1.2480. Fonte: xStation5

 

 

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA Questo servizio è fornito da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA (società per azioni X-Trade Brokers Brokerage House), con sede legale a Varsavia, Ogrodowa 58, 00 -876 Varsavia, Polonia, (numero di KRS 0000217580). X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A. svolge attività di intermediazione sulla base della licenza concessa dalla Securities and Exchange Commission polacca l'8 novembre 2005 n. DDM-M-4021-57-1 / 2005 ed è supervisionata dall'autorità di vigilanza polacca.

Questo rapporto viene fornito solo a scopo informativo e di marketing. Qualsiasi opinione, analisi, prezzo o altro contenuto non costituisce un consiglio o una raccomandazione di investimento. Il contenuto rappresenta il punto di vista dei nostri esperti su base generica e non tiene conto delle circostanze personali dei singoli lettori, dell'esperienza di investimento o della situazione finanziaria attuale. I rendimenti passati o le previsioni future non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri. XTB non accetterà alcuna responsabilità in caso di perdite o danni, inclusa, a titolo esemplificativo, qualsiasi perdita di beneficio, che potrebbe derivare direttamente o indirettamente dall'uso o dall'affidamento di tali informazioni.

Condividi:
Precedente