📉I mercati azionari europei si ritirano

18:17 15 marzo 2021

🔽Indici europei in calo alla fine della sessione dopo che diversi paesi hanno sospeso l'uso del vaccino di AstraZeneca

Al termine della sessione europea, gli umori in borsa sono peggiorati a causa delle notizie negative sulla vaccinazione contro il coronavirus. Le autorità in Germania, Francia e Italia hanno annunciato oggi di non utilizzare più i vaccini AstraZeneca. In risposta a queste segnalazioni, i principali indici azionari del Vecchio Continente sono ai minimi giornalieri. Il DAX tedesco (DE30) perde oltre l'1% e si trova sotto i 14.400 punti, mentre il CAC40 francese (FRA40) è sceso dello 0,75% e il FTSE MIB italiano (ITA40) è sceso dello 0,2%.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità, tuttavia, ritiene che non ci siano prove che suggeriscano che i casi di coaguli di sangue siano correlati al vaccino AstraZeneca e l'agenzia farmaceutica britannica ha affermato che il vaccino è sicuro.

Inizia ad investire oggi o prova un conto demo senza rischi

Registrati per un conto reale PROVA UNA DEMO Scarica la app mobile Scarica la app mobile

Guardando la situazione tecnica sul DE30, l'indice ha superato il supporto a 14.450 punti, il che potrebbe aprire la strada verso una correzione al ribasso più ampia. Per quanto riguarda il grafico H1, il supporto principale più vicino si trova a 14.260 punti ed è contrassegnato con il limite inferiore della struttura 1: 1. Inoltre, la formazione locale a doppio massimo potrebbe preannunciare ulteriori cali.

DE30 H1. Fonte: xStation5

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA, con sede a Varsavia, Prosta 67, 00-838 Varsavia, Polonia (KRS n. 0000217580) ed è supervisionato dall'autorità finanziaria polacca (KNM). M-4021-57-1 / 2005). Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A.non è responsabile per le azioni o le omissioni di alcun cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari, intraprese sulla base delle informazioni contenute nella presente comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri.

Condividi:
Precedente