Panoramica del mercato azionario: Su cosa si concentrerà Wall Street nel 2020?

13:29 9 gennaio 2020

 

  • Le azioni statunitensi tendono a guadagnare durante gli anni elettorali
  • Conflitti commerciali e negoziati avranno un ruolo importante nel 2020
  • La stagione degli utili del quarto trimestre 2019 inizia la prossima settimana!
  • Gli indici di Wall Street sono ai massimi storici

L'Iran e gli Stati Uniti hanno attenuato le tensioni nel tentativo di evitare un conflitto militare. È probabile che la situazione in Medio Oriente rimanga tesa per qualche tempo, ma gli investitori non dovrebbero dimenticare altri importanti fattori che potrebbero influenzare le azioni statunitensi quest'anno. Questi includono conflitti commerciali, elezioni presidenziali e, ovviamente, guadagni.


Guerre Commerciali
La guerra commerciale sino-americana è stata il principale tema di mercato del 2019 e mentre i due paesi hanno raggiunto la  "Fase Uno" dell'accordo, la storia è lontana dalla fine. Il vice premier Liu He, il principale negoziatore cinese, si recherà a Washington il 13 gennaio e la firma dell'accordo è prevista per il 15 gennaio. Ulteriori dettagli sul contenuto dell'accordo potrebbero emergere dopo la firma. Tuttavia, c'è anche un'altra notizia commerciale che vale la pena guardare: il conflitto commerciale UE-USA. Il nuovo commissario commerciale dell'UE, Phil Hogan, andrà a Washington la prossima settimana per incontrare il rappresentante commerciale degli Stati Uniti, Robert Lighthizer. Il capo commerciale dell'UE mirerà a "ripristinare" le relazioni commerciali UE-USA su questioni controverse quali le tariffe statunitensi, le imposte digitali dell'UE o le sentenze dell'OMC sui sussidi illegali. Il 2020 è iniziato su una base solida quando si tratta di scambi, poiché l'ottimismo domina, ma si dovrebbe tenere a mente che le questioni più controverse nelle relazioni sino-americane dovrebbero essere lasciate per i negoziati di “Fase due” che dovrebbero iniziare presto. A parte questo, Donald Trump ha spesso affermato che l'Unione europea è un partner più difficile da negoziare rispetto alla Cina.
Gli Stati Uniti presentano un persistente deficit commerciale con l'UE che si sta solo approfondendo nel tempo. In caso di un grave conflitto commerciale UE-USA, gli Stati Uniti possono prendere di mira le merci tedesche con tariffe poiché è il paese che contribuisce maggiormente alla situazione. Fonte: Bloomberg, XTB Research


È l'anno delle elezioni presidenziali!
Le elezioni presidenziali statunitensi sono un'altra cosa che i trader dovrebbero tenere presente durante il trading di azioni statunitensi quest'anno. Osservando l'andamento storico delle azioni statunitensi durante gli anni elettorali, i rialzisti hanno motivo di essere anziosi. Il guadagno medio di Dow Jones negli anni delle elezioni presidenziali dopo la seconda guerra mondiale è del 4,86%. Tuttavia, il mercato azionario è stato più generoso per i candidati repubblicani in quanto il guadagno medio in 10 elezioni postbelliche vinte dai repubblicani si attesta al 6,3% contro un guadagno medio del 3,07% per 8 elezioni vinte dai democratici. Tuttavia, se rimuoviamo il 2008 dall'equazione, quando Barack Obama ha vinto e la crisi finanziaria globale ha fatto precipitare il Dow del 33%, il guadagno medio per 7 elezioni vinte dai democratici è del 7,3%. Gli ultimi sondaggi di opinione mostrano che Joe Biden e Bernie Sanders potrebbero sconfiggere Donald Trump nelle elezioni, mentre il sostegno a Michael Bloomberg è simile a quello di cui gode il presidente in carica. Qualsiasi altro candidato democratico probabilmente perderebbe con Trump. Finora, Joe Biden sembra essere in testa alle primarie democratiche. Tuttavia, le elezioni sono ancora lontane e tutto potrebbe cambiare come dimostra il caso di Elizabeth Warren.
Joe Biden (prima linea arancione) ha un solido vantaggio su Bernie Sanders (linea verde) e altri candidati democratici. Tuttavia, nulla dovrebbe essere dato per scontato in quanto il supporto per Elizabeth Warren (linea viola) è crollato dal 50% al 10% in soli tre mesi. Le elezioni si terranno martedì 3 novembre. Fonte: Bloomberg


La stagione degli utili del 4 ° trimestre 2019 è alle porte
Ultimo ma non per importanza, non bisogna dimenticare i normali fattori di movimento del mercato come le pubblicazioni sugli utili. La stagione degli utili del quarto trimestre 2019 a Wall Street inizierà la prossima settimana con le principali banche. Si prevede che gli utili diminuiranno dell'1,5% su base annua a livello di indice, con i settori di energia e beni voluttuari in testa alla classifica con cali a due cifre. Si prevede che le utenze siano l'unico settore con un ritmo della crescita degli utili a due cifre. Una serie di utili in calo per 4 trimestri può essere preoccupante, ma va notato che le società statunitensi dovrebbero tornare alla crescita degli utili nel 2020 e aumentare i profitti in ogni trimestre dell'anno. Di seguito forniamo un calendario dei principali rilasci in programma per le prossime due settimane.
Rilasci di utili interessanti in programma per le prossime due settimane. Fonte: Bloomberg, XTB Research

Il 2019 è stato un anno piuttosto difficile per l'economia, ma non ha impedito agli indici azionari statunitensi di raggiungere un rialzo del 20% (S&P 500 ha aggiunto quasi il 29%!). La situazione tecnica è piuttosto complicata poiché i principali indici - S&P 500, Dow Jones e Nasdaq - si trovano ai massimi storici ed è difficile determinare i potenziali livelli di resistenza futuri. Dando un'occhiata al Dow Jones, si può vedere che l'indice sta testando il limite superiore della geometria del mercato contrassegnato dal massimo storico. La resistenza successiva può essere trovata al livello 161,8% del ritracciamento di Fibonacci del recente ribasso (area di 29400 punti). Un punto da notare è che nel caso in cui l'indice dovesse imitare la performance media durante l'anno elettorale vinto dai democratici (+ 3,07%, il più basso tra le medie sopra menzionate) l'indice dovrebbe finire a circa 29415 punti. Imitare la performance media degli anni elettorali vinti dai repubblicani porterebbe l'indice a 30335 punti entro la fine dell'anno!
Dow Jones (US30) ritorna al massimo storico nell'area di 28900 punti. La storia mostra che l'indice ha un buon andamento durante gli anni elettorali, indipendentemente da chi vince. In linea con la media storica delle elezioni vinte dai repubblicani, l'indice supererebbe per la prima volta la soglia dei 30.000. Fonte: xStation5 

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA, con sede a Varsavia, Ogrodowa 58, 00-876 Varsavia, Polonia (KRS n. 0000217580) ed è supervisionato dall'autorità finanziaria polacca (KNM). M-4021-57-1 / 2005). Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A.non è responsabile per le azioni o le omissioni di alcun cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari, intraprese sulla base delle informazioni contenute nella presente comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri.

Condividi:
Precedente