Risk-on visita ancora una volta i mercati finanziari

08:02 27 giugno 2019

Sommario:

  • Secondo quanto riferito, Stati Uniti e Cina hanno concordato una tregua per la guerra commerciale in corso
  • Trump avverte che ci saranno sostanziali tariffe aggiuntive se durante il vertice del G20 non verranno fatti progressi per un accordo commerciale
  • Gli indicatori dell'attività commerciale della Nuova Zelanda si deteriorano per giugno
     

Tregua USA-Cina a portata di mano

Gli Stati Uniti e la Cina hanno presumibilmente concordato una tregua nella disputa commerciale in corso, secondo le rivelazioni portate da South China Morning Post e Politico. Questi rapporti suggeriscono che i dettagli dell'accordo saranno annunciati in una conferenza stampa ancora prima dell'incontro ufficiale tra il presidente cinese Xi Jinping e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. L'incontro è stato programmato per sabato alle 2:30 GMT, ha annunciato la Casa Bianca. Cosa significa realmente una possibile tregua tra le due parti? A nostro avviso, ciò non significa una cancellazione delle tariffe precedenti, ma entrambi i paesi potrebbero accettare di non imporre ulteriori dazi per un certo periodo. Ciò significherebbe che gli Stati Uniti non Implementeranno ulteriori dazi su $ 300 miliardi di beni importati Cinesi, almeno per il momento. Tuttavia, sembra che il vertice del G20 di Osaka - che inizierà venerdì - potrebbe essere cruciale in quanto Donald Trump ha già avvertito che è pronto a aggiungere tariffe più dolorose sui prodotti cinesi se non ci saranno progressi per un accordo commerciale dopo l'incontro previsto con Xi Jinping.
 

Come è  possibile vedere, ci sono ancora molte incognite e in realtà tutto potrebbe accadere entro la fine di questa settimana. In ogni caso, gli investitori hanno esultato fino ad ora concentrandosi su un'altra ondata di ottimismo, dando speranza che non ci sarà un ulteriore intensificazione della guerra commerciale. Di conseguenza, le azioni asiatiche sono aumentate in modo significativo: l'Hang Seng è in rialzo dell'1,3%, lo Shanghai Composite invece  dell'1% e il giapponese NIKKEI dello 0,9%. È stata inoltre sperimentata una modalità di rischio sul mercato obbligazionario statunitense, con il rendimento delle obbligazioni governative a 10 anni che si è ripreso fino al 2,07% durante la notte. È diminuito un po 'da allora ed è scambiato al 2,055% al ​​momento della preparazione di questo commento.

L'Hang Seng è tornato di nuovo intorno al ritracciamento del 50% dell'ultimo enorme tendenza rialzista. Una mossa attraverso quest'area vedrebbe il prezzo salire a 11100 punti. Fonte: xStation5
 

La fiducia delle imprese in Nuova Zelanda si deteriora


Per le pubblicazioni macroeconomice che abbiamo ricevuto durante la notte, vale la pena menzionare gli indicatori soft della Nuova Zelanda che presentano la fiducia delle imprese e le prospettive dell'attività. Il primo è scivolato a -38,1 da -32 mentre il secondo è sceso a 8 da 8,5 punti. ANZ, la banca che pubblica i risultati di queste indagini, ha scritto che le prospettive per l'economia erano oscure. Tuttavia, ha anche aggiunto che non c'era motivo per l'economia di cadere in un buco profondo (principalmente a causa di bassi tassi di interesse, il mercato del lavoro stretto e prezzi delle materie prime decenti). La banca ha concluso che si aspettavano altri due tagli OCR quest'anno dalla RBNZ. Stamattina il dollaro neozelandese è a mala pena cambiato poiché questo impatto negativo è compensato dalla crescente domanda di titoli più rischiosi.
La fiducia delle imprese è peggiorata in Nuova Zelanda a giugno. L'indice si aggira ancora intorno ai suoi minimi. Fonte: Macrobond, XTB Research

Altre notizie:
 

 

  • Le vendite al dettaglio giapponesi sono aumentate dello 0,3% su base mensile a maggio, non superando la stima mediana di un aumento del MoM dello 0,6%
  • I profitti industriali cinesi sono aumentati dell'1,1% su base annua a maggio, dopo essere diminuiti del 3,7% su base annua ad aprile
  • Boris Johnson ha detto che le probabilità di lasciare l'UE senza un accordo sono "da un milione a uno"

 

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA Questo servizio è fornito da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA (società per azioni X-Trade Brokers Brokerage House), con sede legale a Varsavia, Ogrodowa 58, 00 -876 Varsavia, Polonia, (numero di KRS 0000217580). X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A. svolge attività di intermediazione sulla base della licenza concessa dalla Securities and Exchange Commission polacca l'8 novembre 2005 n. DDM-M-4021-57-1 / 2005 ed è supervisionata dall'autorità di vigilanza polacca.

 

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA, con sede a Varsavia, Ogrodowa 58, 00-876 Varsavia, Polonia (KRS n. 0000217580) ed è supervisionato dall'autorità finanziaria polacca (KNM). M-4021-57-1 / 2005). Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A.non è responsabile per le azioni o le omissioni di alcun cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari, intraprese sulla base delle informazioni contenute nella presente comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri.

Condividi:
Precedente