S & P500 previsto per un apertura sopra 3000; L'IPC core USA supera il 2%

14:08 11 luglio 2019

Sommario:

  • S & P500 trada intorno a 3000 punti prima dell'apertura del mercato
  • Aumento nel CPI core influenzera le speranze di taglio di tassi della Fed?
  • Le piccole compagnie statunitensi sono significativamente indietro rispetto a quelle maggiori
     


L'S & P500 aprirà al suo più alto livello di sempre sulla campana di apertura di questo pomeriggio, con il mercato dei futures che attualmente supera i 3000 punti, dopo aver superato il massimo storico a 3007. La sessione di mercoledì è stata influenzata dalla Fed, visto che sia il discorso di Powell che i verbali del FOMC hanno offerto pochi motivi per cui gli investitori dovrebbere credere che non effettuerà un taglio dei tassi questo mese. Il presidente della Fed è pronto a testimoniare nuovamente questo pomeriggio alle 15:00 e anche se ci sono buone probabilità che le principali osservazioni sul mercato siano già state rilasciate, potrebbe esserci qualcosa di nuovo per i trader da tenere d'occhio.
L'S & P500 è salito di circa 30 punti (1% +) nei 90 minuti successivi alla pubblicazione delle osservazioni iniziali di Powell di ieri. Fonte: xStation

 

Uno delle più importanti pubblicazioni economice della settimana ha visto una leggera ripresa delle pressioni sui prezzi negli Stati Uniti e questo potrebbe presentare un certo inconveniente per la Fed. Il CPI a / a è arrivato come previsto all'1,6%, in calo rispetto all'1,8% precedente, ma la lettura core è aumentata inaspettatamente al 2,1% dal 2,0% rispetto al 2,0% previsto. Anche se non è un grande aumento, è comunque un aumento e i dati potrebbero essere una preoccupazione per la Fed, dato che sono quasi sicuramente previsti per un taglio dei tassi nella loro prossima riunione.

L'inflazione primaria negli Stati Uniti continua a scivolare verso il basso, ma c'è stata una ripresa nella lettura centrale il che non è ciò che la Fed avrebbe voluto vedere. Fonte: XTB Macrobond

 

Le azioni statunitensi a grande capitalizzazione ricevono la maggior parte dell'attenzione, ma spesso vale la pena tenere d'occhio i benchmark delle aziende a minor capitalizzazione. L'anno scorso i due indici sono scesi quasi in tandem, con le piccole aziende in testa. I primi mesi di quest'anno hanno visto la correlazione rimanere intatta, tuttavia, si e incominciata a vedere una divergenza durante il mese di marzo e negli ultimi mesi, in particolare, e questo ha portato ad un divario significativo.

Vi è una crescente divergenza tra gli indici statunitensi di piccola e grande capitalizzazione, con i primi che hanno significativamente sottoperformato i secondi. Fonte: xStation

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA, con sede a Varsavia, Ogrodowa 58, 00-876 Varsavia, Polonia (KRS n. 0000217580) ed è supervisionato dall'autorità finanziaria polacca (KNM). M-4021-57-1 / 2005). Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A.non è responsabile per le azioni o le omissioni di alcun cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari, intraprese sulla base delle informazioni contenute nella presente comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri.

Condividi:
Precedente