Elezioni francesi di domenica: quale potrebbe essere l'impatto sui mercati e sull'UE

15:26 20 aprile 2022

Marine Le Pen, leader del National Rally populista, perderà probabilmente domenica contro Emmanuel Macron. Sarebbe un sollievo, ma questa probabile vittoria non dovrebbe nascondere il fatto che la moderazione politica è in ritirata, in Francia, come altrove. I sondaggi di opinione che verranno dopo il dibattito presidenziale (stasera) saranno cruciali. Non sarebbe la prima volta che c'è una sorpresa. Lo abbiamo già visto con la Brexit.
Sondaggi prima del dibattito presidenziale. Fonte: Les Echos

 

Come potrebbe essere influenzato il mercato se venisse eletta Marine Le Pen?
Se Le Pen vincesse, potrebbe esserci un "Black Monday" nel mercato azionario, con l'indice CAC 40 (FRA40) che scende di oltre il 6%. Le azioni francesi come BNP Paribas (BNP.FR) e Société Générale (GLE.FR) hanno sofferto la scorsa settimana poiché i sondaggi hanno mostrato che il vantaggio di Macron si è ridotto.

Inizia ad investire oggi o prova un conto demo senza rischi

Registrati per un conto reale PROVA UNA DEMO Scarica la app mobile Scarica la app mobile

La vittoria di Le Pen potrebbe portare l'euro al di sotto della parità rispetto al dollaro, ma ciò potrebbe accadere dopo tre o sei mesi piuttosto che succedere istintivamente nel corso della giornata. Alcuni analisti vedono una potenziale vittoria di Le Pen come l'innesco di una "sconfitta" di coloro che scommettono su un euro più forte. D'altra parte, la vittoria di Macron potrebbe essere vantaggiosa per i titoli europei a grande capitalizzazione, come quelli quotati sullo Stoxx 600, a causa della posizione economica pro-UE del presidente.

L'euro si aggira intorno al livello del voto francese intorno al 2017. Fonte: xStation 5

 

FREXIT è possibile?

Le Pen non è più a favore dell'uscita dall'Ue, vorrebbe un referendum sulla revisione della costituzione per rendere il diritto francese superiore alle regole dell'Unione europea. Vuole anche ripristinare i controlli permanenti alle frontiere nella zona Schengen, che sarebbero in contraddizione con la legge del blocco. Tali misure peseranno sulle obbligazioni dei paesi UE più deboli come l'Italia, lo spread tra i rendimenti delle obbligazioni a 10 anni italiane e tedesche potrebbe allargarsi fino a sfiorare i 250 punti base. Il risultato minerebbe anche altri leader pro-UE come l'italiano Mario Draghi.

Vale la pena ricordare che Le Pen avrebbe bisogno di ottenere una maggioranza parlamentare a giugno per attuare pienamente le sue politiche, quindi la volatilità del mercato potrebbe rimanere fino alle elezioni legislative.

 

Posizioni sulle criptovalute
I candidati hanno parlato poco delle criptovalute, anche se sono al centro delle questioni per alcuni investitori. Infatti, secondo uno studio condotto da KPMG, l'8% dei cittadini francesi ha investito in risorse digitali. Inoltre, ciò che costituisce una vera sfida per i due candidati è la quota crescente del 30% della popolazione francese che intende investire in criptovalute nel 2022. Se nel 2016 Marine Le Pen è stata apertamente contraria al Bitcoin, definendolo "pericoloso, " sembra aver cambiato le sue parole da allora. Di recente ha dichiarato che stava valutando una riflessione sul tema della regolamentazione delle criptovalute, desiderando integrarle nella legge dei mercati finanziari e ridurre così la doppia imposizione (sulla liquidazione del bene e sulle plusvalenze) a cui gli investitori sono soggetti. Il partito ha anche aggiunto che vorrebbe prendere in considerazione un regime fiscale attraente per le criptovalute sostenute da progetti di interesse generale.

Emmanuel Macron condivide invece il parere di Le Pen sulla regolamentazione. Inoltre, a maggio 2019, Emmanuel Macron ha creato lo status di fornitore di servizi sugli asset digitali (PSAN) e il visto facoltativo per la raccolta fondi in criptovalute (ICO). Nel 2022 la legge finanziaria aveva chiarito il quadro fiscale per le criptovalute. Emmanuel Macron va ancora oltre con il suo piano per costruire un metaverso europeo, consapevole dell'importanza strategica del settore e della necessità di sviluppare un quadro chiaro per lo sviluppo della blockchain e la creazione di nuovi attori.

Réda Aboutika,  XTB Francia

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA, con sede a Varsavia, Prosta 67, 00-838 Varsavia, Polonia (KRS n. 0000217580) ed è supervisionato dall'autorità finanziaria polacca (KNM). M-4021-57-1 / 2005). Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A.non è responsabile per le azioni o le omissioni di alcun cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari, intraprese sulla base delle informazioni contenute nella presente comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri.

Condividi:
Precedente