Investitori intimoriti mentre crescono le tensioni iraniane

09:17 25 giugno 2019

Sommario:

  • L'Iran sostiene che un percorso diplomatico è stato chiuso per sempre dopo che gli Stati Uniti hanno imposto nuove sanzioni
  • Le azioni in Asia sono al ribasso,lo JPY guadagna e anche il NZD si muove in rialzo, il rendimento degli Stati Uniti a 10 anni scivola sotto il 2%
  • Alcuni membri della BoJ(Bank of Japan) hanno sottolineato i rischi legati a un ulteriore allentamento monetario

Le tensioni geopolitiche aumentano

Inizia ad investire oggi o prova un conto demo senza rischi

Registrati per un conto reale PROVA UNA DEMO Scarica la app mobile Scarica la app mobile

In risposta a una serie di nuove sanzioni imposte dagli Stati Uniti ad alcuni eminenti personaggi iraniani, lunedì, l'Iran ha affermato che il percorso diplomatico è stato chiuso per sempre. Queste parole potrebbero essere viste come un'ulteriore intensificazione di una disputa geopolitica tra i due paesi. Ricordiamo che lunedì gli Stati Uniti hanno deciso di imporre sanzioni contro il leader supremo iraniano Khamenei e altri otto alti comandanti militari. Inoltre, non si può dimenticare le recenti osservazioni di Steven Mnuchin che hanno suggerito che le restrizioni finanziarie sarebbero state imposte al ministro degli esteri iraniano Zarif questa settimana. Il ministero degli esteri iraniano ha scritto in una dichiarazione che "il governo Trump sta distruggendo tutti i meccanismi internazionali stabiliti per il mantenimento della pace e della sicurezza globali".

Gli investitori hanno reagito abbastanza nervosamente alla summenzionata intensificazione. Di conseguenza, i bond statunitensi hanno guadagnato trazione, i prezzi dell'oro sono saliti, le valute rifugio sono in rialzo mentre gli indici azionari asiatici sono scivolati. Poco prima della chiusura del mercato asiatico si può notare che l'Hang Seng sta registrando la perdita giornaliera più grande fino ad ora in calo del 2,1%. Allo stesso tempo, il Composite di Shanghai è in calo dell'1,5% mentre il giapponese NIKKEI sta scivolando dello 0,6%. Un cosiddetto volo-rifugio ha spinto i bond degli Stati Uniti a 10 anni al di sotto di una soglia del 2%, rispecchiando le prospettive indebolenti per la crescita economica globale. Guardando al mercato dei cambi, si potrebbero trarre conclusioni simili, poiché lo è yen in rialzo dello 0,3% rispetto al dollaro USA, mentre il franco svizzero è scambiato solo sottilmente più alto contro il dollaro USA. L'unica eccezione è il dollaro neozelandese che è salito dello 0,4% questa mattina contro il dollaro USA. Potremmo indicare due motivi per cui sta accadendo in un ampio contesto di rischio. Il primo è un rilascio sul commercio estero per maggio con un'eccedenza di 264 milioni di NZD contro l'eccedenza attesa di 250 milioni di NZD. Ciò che è ancora più importante, sia le esportazioni che le importazioni battono le aspettative, con quest'ultimo che trae vantaggio dai prezzi del petrolio greggio più elevati in quel periodo. La seconda ragione è l'attuale posizione della Reserve Bank of New Zealand che dovrebbe mantenere i tassi invariati mercoledì mentre altre banche centrali, incluse quelle in Australia o negli Stati Uniti, hanno recentemente indicato un allentamento monetario.
Il NZDUSD in rialzo stamattina nonostante una diffusa svendita di attività rischiose in risposta a un aumento delle tensioni geopolitiche tra Stati Uniti e Iran. La prima resistenza più notevole potrebbe essere trovata nelle vicinanze di 0,6680. Fonte: xStation5

La BoJ(Bank of Japan) esprime preoccupazione per l'ulteriore allentamento monetario

Durante le ore di sessione asiatiche ci hanno offerto i dettagli della riunione della BoJ che si è tenuta ad aprile. La maggioranza dei membri sembra ancora credere che l'inflazione potrebbe raggiungere l'obiettivo della BoJ, e alcuni di loro condividono addirittura l'opinione secondo cui le aspettative di inflazione a lungo termine seguiranno probabilmente un trend crescente convergendo gradualmente al 2%. Ricordiamo che la Banca del Giappone ha mantenuto i tassi in sospeso in aprile (lo ha fatto anche la scorsa settimana) e ha adottato l'impegno di mantenere i tassi agli attuali bassi livelli almeno fino alla primavera del 2020. D'altra parte, alcuni membri sembrano essere preoccupati per i possibili effetti collaterali riguardanti ulteriori allentamenti monetari che suggeriscono che un tale passo potrebbe portare effetti più negativi che positivi. Il documento ha rivelato che lo standard per ulteriori tagli dei tassi sembra essere piuttosto elevato anche se le prospettive economiche si deteriorano. Non c'è dubbio che la BoJ non è in una buona posizione per combattere una possibile crisi economica. Pertanto, la politica fiscale anziché quella monetaria dovrebbe diventare più proattiva.
Dopo essere sceso al di sotto della linea di tendenza arancione, l'USD / JPY potrebbe persino arrivare a 104,7, dove il supporto più rilevante potrebbe essere localizzato. Fonte: xStation5

Altre notizie:

  • Boris Johnson promette che il Regno Unito lascerà l'UE il 31 ottobre, aggiungendo che il parlamento britannico è pronto a sostenere uno scenario Brexit senza accordo
  • Donald Trump ha detto che non ha intenzione di fare nulla con il presidente della Fed Jerome Powell
  • La Bitcoin scambia a $ 11 290 questa mattina in rialzo del 4%

 

 

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA Questo servizio è fornito da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA (società per azioni X-Trade Brokers Brokerage House), con sede legale a Varsavia, Ogrodowa 58, 00 -876 Varsavia, Polonia, (numero di KRS 0000217580). X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A. svolge attività di intermediazione sulla base della licenza concessa dalla Securities and Exchange Commission polacca l'8 novembre 2005 n. DDM-M-4021-57-1 / 2005 ed è supervisionata dall'autorità di vigilanza polacca.

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA, con sede a Varsavia, Prosta 67, 00-838 Varsavia, Polonia (KRS n. 0000217580) ed è supervisionato dall'autorità finanziaria polacca (KNM). M-4021-57-1 / 2005). Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A.non è responsabile per le azioni o le omissioni di alcun cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari, intraprese sulla base delle informazioni contenute nella presente comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri.

Condividi:
Precedente