❗ Market alert: cosa aspettarsi dalla BCE?

14:58 21 luglio 2021

📆 Decisione della BCE giovedì!

La Banca Centrale Europea annuncerà le decisioni di politica monetaria giovedì alle 13:45. I tassi di interesse dovrebbero essere lasciati invariati. Tuttavia, le cose sono meno ovvie quando si tratta di acquisti di asset. La Banca centrale europea ha condotto una revisione della politica di 18 mesi, che ha portato a una revisione dell'obiettivo di inflazione della Banca. Inoltre, il presidente della BCE Lagarde ha lasciato intendere che potrebbero essere apportate modifiche anche alle indicazioni prospettiche. I mercati hanno iniziato a ipotizzare che la BCE potrebbe avvertire i mercati che la sua politica sta per diventare più accomodante. Detto questo, la dichiarazione in sé può essere interessante, ma è probabile che anche le spiegazioni fornite da Lagarde durante la conferenza alle 14:30 attirino un'attenzione significativa.
 

Obiettivo di inflazione
 

La BCE ha annunciato i risultati della sua revisione della strategia giovedì 8 luglio. La banca non perseguirà più un'inflazione "inferiore, ma vicina al 2%" e seguirà invece un obiettivo del 2% con impegno alla simmetria. Cosa significa questo? La BCE mirerà a raggiungere un obiettivo di inflazione del 2% e percepirà sia le deviazioni positive che quelle negative come ugualmente indesiderabili. Tuttavia, saranno consentite deviazioni transitorie dall'obiettivo. Poiché la BCE ha lottato per anni per raggiungere il suo obiettivo precedente, i mercati hanno iniziato a ipotizzare che il nuovo obiettivo potrebbe aprire la strada a una politica monetaria più accomodante, che - almeno in teoria - dovrebbe stimolare la crescita dei prezzi.
 

Forward guidance
 

Il presidente della BCE ha anche suggerito di recente che la banca potrebbe apportare modifiche alle sue linee guida prospettiche durante la prossima riunione. La domanda rimane: quale? La previsione della BCE sui tassi è che rimarranno bassi fino al raggiungimento dell'obiettivo di inflazione e sembra improbabile che la Banca cambi il suo approccio. La previsione della BCE sugli acquisti per la pandemia presuppone che il PEPP durerà fino alla fine di marzo 2022. Dato che i casi di virus sono in aumento e cambiano l'obiettivo di inflazione, la BCE potrebbe preparare il mercato per un cambiamento qui, forse una graduale eliminazione del PEPP. Infine, le linee guida sull'Asset Purchase Program (APP) presumono che durerà per tutto il tempo necessario a garantire un impatto accomodante dei tassi ufficiali. Questo è il messaggio più vago e alcuni partecipanti al mercato ipotizzano che la BCE potrebbe volerlo collegare in qualche modo all'obiettivo di inflazione.
 

Reazione del mercato
 

Sebbene la stessa BCE non abbia offerto molti indizi sulla direzione dei cambiamenti nella guida, i mercati sembrano essere sicuri che sarà un'inclinazione accomodante, piuttosto che aggressiva. La BCE ha effettivamente aumentato il suo obiettivo di inflazione e il fatto che abbia faticato a raggiungere il precedente negli ultimi anni, suggerisce che la Banca vuole rendere la sua politica un po' più allentata piuttosto che rigida. In tal caso, l'euro potrebbe subire pressioni e le azioni potrebbero beneficiarne.

EURUSD è stato in ribasso di recente e ha raggiunto un nuovo minimo di 3 mesi questa settimana. La coppia si sta lentamente avvicinando a una zona di supporto intorno al livello di 1.1700. L'area è contrassegnata da minimi dalla fine di marzo 2021. Un punto da notare è che la coppia ha raggiunto una struttura di tendenza al ribasso nelle ultime settimane, quindi il cambiamento di sentimento potrebbe richiedere un movimento sopra l'ultimo minimo nell'area 1,1880.

Fonte: xStation5

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA, con sede a Varsavia, Ogrodowa 58, 00-876 Varsavia, Polonia (KRS n. 0000217580) ed è supervisionato dall'autorità finanziaria polacca (KNM). M-4021-57-1 / 2005). Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A.non è responsabile per le azioni o le omissioni di alcun cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari, intraprese sulla base delle informazioni contenute nella presente comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri.

Condividi:
Precedente