I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 82% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 82% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

News del Mattino (17.11.2022)

10:52 17 novembre 2022
  • Gli indici statunitensi hanno chiuso le negoziazioni di ieri in ribasso. L'S&P 500 è sceso dello 0,83%, il Dow Jones è sceso dello 0,12% e il Nasdaq è crollato dell'1,54%. Russell 2000 è sceso dell'1,91%
  • Gli indici dell'Asia-Pacifico sono scesi dopo una sessione negativa negli Stati Uniti. Il Nikkei è sceso dello 0,3%, il Nifty 50 è sceso dello 0,2%, il Kospi è sceso di oltre l'1% e gli indici cinesi sono scesi dello 0,5-1,7%. L'S&P/ASX 200 ha sovraperformato e ha registrato un guadagno dello 0,2%.
  • I futures DAX indicano oggi un'apertura leggermente superiore della sessione cash europea
  • Bloomberg riferisce che i membri della BCE si stanno avvicinando a un aumento dei tassi di 50 punti base a dicembre invece di un movimento dei tassi di 75 punti base. Tuttavia, il rapporto afferma che l'aumento dei tassi di 75 bp è ancora sul tavolo se l'inflazione dovesse sorprendere al rialzo,
  • Waller della Fed ha detto che la banca centrale degli Stati Uniti ha ancora un po' di strada da fare sui tassi e che il livello terminale dei tassi dipenderà dall'inflazione. Waller ha affermato che i recenti rilasci di dati lo hanno reso più a suo agio con un aumento del tasso di 50 bp a dicembre
  • Haitham al-Ghais, segretario generale dell'OPEC, ha affermato che il cartello è pronto a intervenire nei mercati petroliferi se la situazione lo richiede
  • Il governatore della BoJ Kuroda ha dichiarato di aspettarsi che l'inflazione CPI scenda al di sotto del 2% nell'anno fiscale 2023/24 con l'attenuarsi dei fattori di spinta dei costi. Ha anche affermato che è importante continuare con una politica monetaria espansiva per sostenere l'economia giapponese
  • L'occupazione australiana è aumentata di 32,2k posti di lavoro in ottobre (exp. +15k) mentre il tasso di disoccupazione è sceso dal 3,5 al 3,4% (exp. 3,6%)
  • Le esportazioni giapponesi sono aumentate del 25,3% su base annua a ottobre (previsione del 28,1% su base annua) mentre le importazioni sono aumentate del 53,5% su base annua (previsione del 49,7% su base annua)
  • Le criptovalute vengono scambiate per lo più al ribasso. Bitcoin scende dello 0,7%, Ethereum scende dello 0,5% e Dogecoin scende dello 0,3%
  • Petrolio e metalli preziosi sono scambiati al ribasso sulla scia del rafforzamento dell'USD
  • USD e NZD sono le principali valute con le migliori prestazioni, mentre AUD ed EUR sono le peggiori. Nel complesso, i range di trading sulle principali coppie FX sono ristretti

Nonostante i dati sull'occupazione dall'Australia migliori del previsto, oggi l'AUD/USD è scambiato al ribasso. La coppia ha interrotto il recente impulso al rialzo in una zona di resistenza di 0,6775 e si sta ritirando a causa del rafforzamento dell'USD. Fonte: xStation5

Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. XTB S.A. non è responsabile per eventuali azioni o omissioni del cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari. XTB non si assume alcuna responsabilità per qualsiasi perdita o danno, anche senza limitazione, eventuali perdite, che possono insorgere direttamente o indirettamente, intrapresa sulla base delle informazioni contenute in questa comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri. Le prestazioni passate non sono necessariamente indicative dei risultati futuri, e chiunque agisca su queste informazioni lo fa interamente a proprio rischio.

Condividi:
Precedente