Analisi Fondamentale - Fattori Fondamentali

9 minute(s)
A differenza dell'analisi tecnica, che esamina l'azione e le tendenze dei prezzi per individuarne la direzione successiva, gli analisti fondamentali considerano tutti i dati disponibili per aiutarli a determinare il valore relativo di un mercato.

I due tipi di analisi più comuni quando si parla di strumenti finanziari sono l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale.

A differenza dell’analisi tecnica, che si focalizza prevalentemente su price action, trend e pattern per poter trovare il punto in cui i prezzi possono andare, l’analista fondamentale usa tutti I dati a disposizione per poter determinare il valore relativo di uno strumento. Poi cercano le discrepanze tra il prezzo di mercato corrente e le proprie valutazioni per individuare delle opportunità di trading.

Immaginiamo che tu voglia comprare un’auto. Ne hai vista una che ti piace a $10.000, ma non sai se il prezzo è giusto. Allora fai ricerche in internet, domandi l’opinione di altre persone, compari questo prezzo con quelli degli altri saloni automobilistici, e così fai una ricerca approfondita  per stabilire se il prezzo è giusto e se l’auto vale questi soldi.

Ciò che andresti a fare in tale ipotesi è essenzialmente un’analisi fondamentale: tieni conto di tutti i fattori fondamentali in gioco per decidere se il prezzo riflette il valore reale del bene.

Come reagiscono i mercati ai fattori fondamentali

Dati fondamentali e indici azionari

Gli indici azionari in genere dipendono dalle condizioni macroeconomiche, ma anche dalle condizioni individuali di specifici titoli detenuti all'interno di certi indici. Pertanto, i trader fondamentali generalmente esaminano varie pubblicazioni economiche che mostrano come sta andando l'economia di un dato paese. Se l'economia è in espansione, le aziende sono in grado di generare maggiori profitti. In questo scenario, le prospettive per le aziende e l'economia in generale migliorano e i mercati azionari dovrebbero salire. 

D'altra parte, un'inflazione elevata è vista come negativa per gli indici azionari. La spiegazione è abbastanza semplice - se i prezzi salgono troppo rapidamente, le banche centrali possono considerare di aumentare i tassi di interesse e tassi più alti significano che ci sono più alternative all'investimento in azioni. 

Dati fondamentali e materie prime

Per quanto riguarda le materie prime, l'analisi fondamentale si basa sui livelli crescenti o decrescenti di domanda e offerta. Questo è il motivo per cui i trader valutano costantemente i rapporti chiave che riflettono la domanda globale di certe materie prime, così come i rapporti sull'offerta o le scorte. La relazione chiave che detta i prezzi delle materie prime può essere rappresentata da due semplici formule:

Domanda > Offerta →  Prezzo sale 

Domanda < offerta →  Prezzo scende

L'offerta di alcune materie prime dipende strettamente da fattori come il tempo, gli scioperi della produzione, la tecnologia o la politica del governo. Per quanto riguarda i mercati del petrolio, l'offerta è anche influenzata dal cartello OPEC. Oltre a questo, i commercianti prestano attenzione ai dati sulle scorte che suggeriscono il livello della domanda, per esempio, un aumento delle scorte superiore al previsto indica una domanda più debole e può essere visto come negativo per il prezzo delle materie prime. 

Va anche notato che le principali materie prime sono valutate in dollari USA, in genere i prezzi delle materie prime tendono a scendere quando il dollaro si rafforza. Di conseguenza, i tassi d'interesse negli Stati Uniti sono anche di grande importanza per i prezzi delle materie prime, poiché il dollaro dovrebbe guadagnare in presenza di tassi più alti.

Dati fondamentali e il mercato FX

Il mercato FX è influenzato da vari rapporti economici. Generalmente ci sono due scenari facili da capire che presentano come le valute locali reagiscono ai dati economici:

crescita dell'occupazione → forti vendite al dettaglio → aumento dell'inflazione → aumento dei tassi di interesse → positivo per la valuta 

calo dell'occupazione → vendite al dettaglio deboli → calo dell'inflazione → abbassamento dei tassi d'interesse → negativo per la valuta

Il primo caso potrebbe essere associato al boom dell'economia - alla fine porta a tassi di interesse più alti, il che è rialzista per la valuta. 

Il secondo caso potrebbe essere associato a una crescita economica più lenta o addirittura a una recessione - questo dovrebbe portare a tassi di interesse più bassi, il che è negativo per la valuta. 

Ricorda che sul mercato FX confronti sempre una valuta con un'altra. I dati economici per il Giappone potrebbero essere buoni, ma se i dati per gli Stati Uniti sono ancora migliori, il dollaro USA può guadagnare contro lo yen giapponese (aumento USDJPY). Pertanto è necessario cercare le valute più forti e più deboli. 

In cerca di prove

L’analisi fondamentale usa una gamma di dati disponibili incluse le relazioni sui ricavi societari, gli eventi geopolitici, la politica della banca centrale, fattori ambientali e molto altro per potersi aiutare con l’analisi. Gli analisti cercano delle tracce per poter individuare la futura direzione del mercato.

Tali tracce si possono spesso trovare nei dati macroeconomici, ed è quindi importante per i  trader “fondamentali” sapere quando vengono pubblicati i dati. I mercati tendono a focalizzarsi potenzialmente sulle lettura di dati macroeconomici cruciali che poterebbero impattare sul mercato e causare volatilità.

Ecco alcuni esempi di lettura di dati macroeconomici e del perché essi hanno un impatto sui mercati finanziari:

  • Tassi d’interesse: itassi di interesse possono avere un impatto diretto sui cambi valutari; spesso, la domanda di una valuta con un tasso di interesse maggiore e più remunerativo  e maggiore di quello di una valuta con un tasso di interesse minore.
  • Dati sull'inflazione – L’inflazione è il tasso a cui il livello generale dei prezzi per beni e servizi aumenta. Le banche centrali tentano di frenare l’inflazione ed evitare la deflazione, per mantenere in moto le economie dei propri Paesi in modo fluido. Fanno ciò aumentando i tassi d’interesse. Quando le banche centrali annunciano un aumento dei tassi, ciò può spesso portare ad un apprezzamento della propria valuta
  • Dati sul mercato del lavoro – I dati del mercato del lavoro, come gli US non-farm payrolls, hanno una grande influenza sui mercati finanziari e possono far aumentare la volatilità negli indici e nel forex. Il rapporto sull’occupazione viene pubblicato il primo venerdì di ogni mese, e rappresenta il totale dei salariati USA  di ogni settore. Questo mercato è assai sensibile ai dati di questo tipo, a causa della sua importanza nell’identificare  il tasso della crescita economica e dell’inflazione. Se i non-farm payroll aumentano, ciò è un segnale positivo di crescita dell’economia. Se gli incrementi nei non-farm payroll accadono velocemente, ciò indica che l’inflazione dovrebbe aumentare. Se i payrolls sono al di sotto delle aspettative, i trader del forex potrebbero vendere USD  per anticipare l’indebolimento della vauta. Se invece I dati vanno meglio delle aspettative, il valore del dollaro USA  potrebbe aumentare.
  • Indicatori economici: oltre ai non-farm payrolls, vi sono altri indicatori economici che possono influire sul mercato, per esempio i dati sulle vendite al dettaglio. Le vendite al dettaglio sono un importante indicatore economico in quanto la spesa dei consumatori  fa andare avanti tanta parte dell’economia.
  • Rapporti sugli utili societari: gli analisti fondamentali guardano i bilanci societari per valutare se se aprire una posizione su una determinata azione. Ciò implica l’analisi di: entrate, spese, asset, passività e tutti gli altri aspetti finanziari di una compagnia, che vengono spesso resi disponibili tramite i rapporti trimestrali sui bilanci.
  • PIL – il Prodotto Interno Lordo è una misura di tutti I beni e servizi prodotti in un dato periodo. I banchieri centrali e gli investitori  guardano alla crescita del PIL per vedere se l’economia si rafforza. Quando l’economia sale, le aziende fanno maggiori profitti e le persone guadagnano di più, il che porta a delle Borse in aumento ed ad una valuta più forte.

Il modo in cui i dati macroeconomici possono influenzare il mercato dipende fortemente dalle aspettative del mercato stesso. In generale, maggiore è il divario tra le aspettative e la realtà, maggiore è la reazione. Se un mercato si aspetta che una banca centrale andrà ad aumentare i tassi d’interesse e la banca fa ciò, la razione non è esagerata e tutto continua come prima. Tuttavia se un dato coglie il mercato di sorpresa, allora si ha una maggiore volatilità.

Puoi tenerti informato su tutte le pubblicazioni dei dati con il nostro calendario economico. L’effetto sul mercato dipende molto dal confronto tra l’attuale lettura dei dati macroeconomici e le aspettative del mercato, in cui maggiore è la differenza, maggiore sarà l’effetto sul mercato. Puoi tenerti informato su tutte le pubblicazioni dei dati con il nostro calendario economico completo. Ogni annuncio viene classificato come Alto, Medio o Basso, in termini in termini di impatto e di potenziale causa dell’aumento della volatilità.

Le banche centrali muovono il mondo

Come detto prima, uno dei più importanti fattori dell’analisi fondamentale  è la politica monetaria condotta dalle banche centrali. I tassi di interesse, le operazioni a mercati aperti  e gli interventi della banca centrale  influenzano le condizioni di mercato e vengono strettamente sorvegliate da analisti finanziari e trader. Alcune delle banche centrali più influenti sono la Federal Reserve (USA), la Banca d’Inghilterra (UK), la Banca Centrale Europea (UE) e la Banca del Giappone (Giappone). 

Vediamo un esempio. L’economia amercana è incrementata del 3% nel Q1 del 2017, mentre l’inflazione è andata a 2.5% su base annua. La Fed ha scelto di aumentare i tassi di interesse. I tassi di interesse sono aumentati, sono maggiori, quindi i trader hanno deciso di investire i loro soldi nel dollaro USA  in quanto ciò dovrebbe realizzare un maggior ritorno. Tale mossa porta ad un aumento della domanda di dollari USA, il che fa salire i prezzi.

Non soltanto banchieri e dati

L’analisi fondamentale considera anche le influenze esterne  che possono impattare sul valore di uno strumento  o sul movimento del prezzo. Disastri naturali, come inondazioni e terremoti, possono anche avere un maggior impatto sulla forza fondamentale di un asset. Per esempio l’esplosione di un importantissimo oleodotto può portare ad un rapido aumento dei prezzi del petrolio in quanto tale materia prima diviene più difficile da trasportare e comprare. In tale situazione  potresti andare lungo sull’Oil usando i CFD  e traendo profitto da ogni aumento di prezzo.

Un differente punto di vista

  • A differenza dell’analisi tecnica, che si concentra in primo luogo su price action e trend, l’analisi fondamentale usa tutti I dati disponibili per determinare il valore di uno strumento
  • Mentre l’analisi tecnica ritiene che tutte le informazioni di cui ha bisogno siano contenute nei grafici, l’analisi fondamentali osserva altri aspetti, inclusi quello politico, sociale ed I fattori economici, ed anche i dati macroeconomici ed anche i ricavi societari
  • L’analisi fondamentale e quella tecnica non devono essere esclusive; alcuni dei trader di maggior successo sostengono che è necessario un mix di entrambe

Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. XTB S.A. non è responsabile per eventuali azioni o omissioni del cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari. XTB non si assume alcuna responsabilità per qualsiasi perdita o danno, anche senza limitazione, eventuali perdite, che possono insorgere direttamente o indirettamente, intrapresa sulla base delle informazioni contenute in questa comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri. Le prestazioni passate non sono necessariamente indicative dei risultati futuri, e chiunque agisca su queste informazioni lo fa interamente a proprio rischio.