7 aziende in cerca di una cura per il Covid 19

16:25 20 maggio 2020

L'economia globale è stata devastata dalla pandemia di coronavirus e c'è un consenso sul fatto che un ritorno alla normalità richiederà trattamenti e vaccini efficaci e ampiamente disponibili. Non c'è da stupirsi che gli investitori stiano monitorando le azioni di società che lavorano duramente per sviluppare tali prodotti. In questa analisi presentiamo i principali candidati nel settore.
Cosa bisogna sapere prima?

È importante distinguere tra un farmaco per il coronavirus e un vaccino per il coronavirus. Il primo ha lo scopo di alleviare i sintomi di Covid-19 e curare i pazienti che lo hanno contratto mentre il secondo ha lo scopo di sviluppare l'immunità a lungo termine alla malattia.

Prima di esaminare determinate aziende e ciò che stanno sviluppando, è necessario un avvertimento. La pandemia di coronavirus ha colto alla sprovvista il mondo e la necessità di trovare un trattamento o un vaccino è grande. A causa di questo, l’approvazione e alcune regole di sperimentazione sono state allentate in alcuni paesi al fine di accelerare lo sviluppo. I primi studi su molti farmaci e vaccini Covid-19 sono iniziati prima che il coronavirus diventasse una pandemia globale e non c'erano così tanti pazienti infettati in tutto il mondo come oggi. Ciò significa che tali studi sono stati spesso condotti su un campione limitato o senza un gruppo di controllo adeguato, pertanto i risultati derivanti da tali studi preliminari devono essere considerati con cautela. D'altra parte, il primo che riuscirà nel compito trarrà grandi benefici il che sta causando gli investitori a reagire anche a informazioni incomplete.

Farmaci per il coronavirus - Gilead ed Eli Lilly
Remdesivir è prodotto da Gilead Science (GILD.US) ed è ​​attualmente il farmaco per il coronavirus più "famoso". Ha mostrato risultati promettenti negli studi clinici ed è stato menzionato da funzionari statunitensi. Mentre il fatto che numerosi regolatori sanitari in tutto il mondo lo abbiano approvato per l'uso nel trattamento del Covid-19 può sembrare un risultato, sono necessarie alcune spiegazioni. Non è un nuovo farmaco - è stato usato alcuni anni fa nel trattamento dell'ebola e per questo sappiamo che è sicuro da usare. Ecco perché è stato approvato così rapidamente. Gilead passò a prove in fase avanzata alla fine di febbraio, quando la pandemia era ancora in fase iniziale e confermò che non era in grado di raccogliere un campione di dimensione pre specificato. Tuttavia, Remdesivir è l'unico farmaco aggiornato che ha mostrato effetti significativi (tempo di recupero ridotto da 15 a 11 giorni). Man mano che vengono trattati più pazienti, gli investitori possono attendere ulteriori notizie sull'efficienza del prodotto.
Il prezzo delle azioni di Gilead ha beneficiato delle voci che circondavano il suo trattamento ed è saltato quando sono stati pubblicati i risultati dei test. Tuttavia, il range di prezzo a lungo termine compreso tra $ 85 e 89 si è rivelato troppo difficile da oltrepassare. Il titolo ha già cancellato più della metà della mossa al rialzo iniziata a fine gennaio 2020. Un grande supporto può essere trovato a $ 62, ma questo è molto lontano dell'attuale prezzo di mercato. Fonte: xStation5
 

Diverse aziende, tra cui AstraZeneca (AZN.UK), Eli Lilly (LLY.US) e Regeneron Pharmaceuticals (REGN.US), stanno tentando di sviluppare un trattamento anticorpale che potrebbe imitare la risposta del sistema immunitario. Le aziende biotecnologiche con candidati promettenti stanno attualmente aumentando la produzione per avere abbastanza dosi del farmaco per le prove umane. Eli Lilly sembra essere tra i leader in quanto prevede di chiedere l'approvazione al regolatore americano per iniziare la sperimentazione umana entro la fine di maggio. Tuttavia, poiché la maggior parte delle prove dovrebbe iniziare verso metà anno, dovremo probabilmente attendere alcuni mesi per i risultati.
Eli Lilly (LLY.US) non solo si è completamente ripreso dal sell-off del coronavirus, ma è anche riuscito a raggiungere un nuovo massimo storico di $ 165. Il titolo ha perso parte dei guadagni, ma dopo una correzione ha iniziato a muoversi in un canale rialzista. Il prezzo è passato al limite inferiore del canale ieri. Fonte: xStation5
 

Vaccini contro il coronavirus
La notizia che il vaccino contro il coronavirus sviluppato da Moderna (MRNA.US) ha mostrato risultati promettenti nei primi studi ha sollevato i mercati azionari all'inizio di questa settimana. Si dice che il vaccino abbia creato una risposta del sistema immunitario. Tuttavia, ciò che non sembra essere chiaro è il fatto che quei primi test non erano mirati a dimostrare l'efficacia del vaccino, ma la sua sicurezza. Moderna voleva prima testare il vaccino su un piccolo campione per vedere se il suo prodotto è sicuro da iniettare e non causa effetti collaterali. Dopo che è stato dimostrato che è sicuro, seguiranno prove che coinvolgono un numero maggiore di persone. I risultati di questi prossimi studi saranno fondamentali poiché la dimensione del campione sarà abbastanza grande da determinare se il vaccino è effettivamente efficace contro il Covid-19. La seconda fase di prove volte a determinare il dosaggio dovrebbero iniziare presto, mentre la terza fase di test su larga scala dovrebbero iniziare a luglio.
Gli investitori sembrano ripensare al vaccino di Moderna (MRNA.US). Il titolo ha iniziato la settimana con un enorme gap rialzista, ma da allora si è ritirato. L'area intorno a $ 67,50 è stata una resistenza prima dell'annuncio del risultato e può fungere da supporto nel caso in cui il pullback continui. Fonte: xStaiton5
 

Ci sono anche altri due vaccini degni di nota in fase di sviluppo. Sanofi (SAN.FR) ha collaborato con GlaxoSmithKline (GSK.UK) mentre AstraZeneca (AZN.UK) ha collaborato con l'Università di Oxford.

Sanofi e GSK stanno provando a sviluppare un vaccino alterando l'attuale vaccino antinfluenzale sviluppato da Sanofi. Le due società hanno ricevuto finanziamenti dal governo degli Stati Uniti e hanno in programma di avviare test sugli esseri umani nella seconda metà dell'anno. L'attuale capacità consente di produrre 600 milioni di dosi di vaccino all'anno, ma Sanofi e GSK mirano a raddoppiarle. I dirigenti hanno affermato che gli Stati Uniti avranno la priorità di ricevere il vaccino, un commento che ha suscitato indignazione in Francia, dove è basato Sanofi.

AstraZeneca e l'Università di Oxford stanno tentando di sviluppare un vaccino alterando un virus innocuo. Il Regno Unito ha fornito finanziamenti per la ricerca e avrà il diritto di ricevere prima il vaccino. Il vaccino è già in fase di sperimentazione sull'uomo e potrebbe raggiungere gli studi in fase avanzata entro la metà del 2020. AstraZeneca mira a rendere disponibili fino a 30 milioni di dosi nel Regno Unito entro settembre 2020.

Anche AstraZeneca (AZN.UK) è risalito sopra i livelli pre-Covid. Il prezzo delle azioni si trova vicino al limite superiore del canale e ha recentemente iniziato una correzione. Il primo supporto da tenere d’occhio può essere trovato al limite inferiore della struttura di Overbalance. Si noti che il  23,6% del ritracciamento di Fibonacci e il limite inferiore del canale si trovano nella stessa zona. Fonte: xStation5

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA, con sede a Varsavia, Ogrodowa 58, 00-876 Varsavia, Polonia (KRS n. 0000217580) ed è supervisionato dall'autorità finanziaria polacca (KNM). M-4021-57-1 / 2005). Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A.non è responsabile per le azioni o le omissioni di alcun cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari, intraprese sulla base delle informazioni contenute nella presente comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri.

Condividi:
Precedente