Aggiornamento macroeconomico: Aumentano i timori di recessione in Europa

11:31 23 settembre 2019
  • Le PMI in Europa crollano, scatenano timori di recessione
  • Il mercato immobiliare statunitense mostra forza
  • L'India taglia l'aliquota dell'imposta sulle società

Europa: recessione sempre più probabile
Un leggero miglioramento delle PMI nel mese di agosto ha sollevato le speranze di recupero tra gli investitori contando su una combinazione di stampa di denaro fresco dalla BCE e miglioramento delle prospettive economiche. Queste speranze sono appena state deluse, dato che le PMI europee flash per settembre sono decisamente terribili. Entrambi gli indici nella produzione e nei servizi si sono deteriorati in Germania e in Francia, l'indicatore più importante di tutti - la produzione tedesca, è crollato a 41,4 punti. Questo è un livello simile alla recessione e dopo mesi trascorsi tra i 43 e i 44 punti è chiaro che questa non è una coincidenza ma un costante deterioramento. Con l'allentamento della politica monetaria già "consumato" dai mercati, gli investitori possono rendersi conto che ciò non sta accadendo senza motivo.
Non è un segreto che la produzione tedesca abbia un impatto a livello europeo. Questa linea rossa non promette bene ai mercati europei. Fonte: Macrobond, Ricerca XTB
 

Evento economico chiave di questa settimana: indice tedesco Ifo (martedì, 9:00 BST)
Stati Uniti: Richieste di permessi di costruzione in aumento, è un buon presagio?
 

L'economia americana ha offerto segnali contrastanti negli ultimi tempi. Il rallentamento della produzione globale sembra influire sempre più sull'industria americana, ma la parte dei consumatori dell'economia rimane vivace. Un esempio di ciò è stato il massiccio inizio di case per agosto - 1364K annualizzati rispetto alle aspettative di un 1250K molto più tranquillo. Sembra che il crollo dei tassi dei mutui abbia un effetto qui. È un motivo di cauto ottimismo: almeno storicamente il picco del ciclo (di cui abbiamo appena assistito) non è mai stato visto prima dell'inizio della recessione. Tuttavia, questo è solo uno dei tanti indicatori. Gli investitori dovrebbero prestare attenzione alla misura in cui il rallentamento della produzione globale colpisce gli Stati Uniti e al modo in cui ciò influisce sul consumatore statunitense che è stato abbastanza resiliente finora.
I permessi per le costruzioni hanno raggiunto il picco in un punto diverso rispetto alle precedenti espansioni, ma mai prima della recessione. SLFed
Evento economico chiave di questa settimana: inflazione PCE (venerdì, 13:30 BST)
 

Asia – India cuts corporate tax rate, exports in South Korea craters

La scorsa settimana è iniziata con una serie di dati deludenti dalla Cina (in particolare la crescita della produzione industriale che è scesa al 17% del 4,4%), ma la notizia chiave dall'Asia sembra essere l'azione sorprendente di venerdì del governo indiano che ha annunciato un taglio dell'aliquota dell'imposta sulle società da Dal 30 al 22% (tasso effettivo) e persino inferiore per le nuove attività. Inoltre, la banca centrale invierà oltre $ 20 miliardi al governo, quindi è come una combinazione di stimolo fiscale e monetario. L'impatto sarà di poco più di $ 20 miliardi all'anno - potrebbe non sembrare molto dal punto di vista globale, ma è un altro sforzo per stimolare l'economia globale in difficoltà. La spinta è molto necessaria, come dimostrato dalle esportazioni coreane che sono diminuite di oltre il 20% a / a settembre (!). Ciò dimostra che il rallentamento economico è vivo non solo in Europa ma anche in Asia.
Il mercato azionario coreano (qui KOSP200) ha registrato un forte recupero ma i dati sulle esportazioni per settembre sono stati molto deboli. Fonte: Macrobond, Ricerca XTB

Evento economico chiave di questa settimana: decisione RBNZ (mercoledì, 2:00 BST)

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA, con sede a Varsavia, Ogrodowa 58, 00-876 Varsavia, Polonia (KRS n. 0000217580) ed è supervisionato dall'autorità finanziaria polacca (KNM). M-4021-57-1 / 2005). Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A.non è responsabile per le azioni o le omissioni di alcun cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari, intraprese sulla base delle informazioni contenute nella presente comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri.

Condividi:
Precedente