Altre banche centrali tagliano i tassi; I prezzi delle case nel Regno Unito calano

11:47 7 agosto 2019

Sommario:

 

  • Altre 3 banche centrali riducono i tassi
  • La mossa più grande vista per NZD; L'AUDNZD rally verso la resistenza
  • I prezzi delle case nel Regno Unito di nuovo in calo
     

 

 

Almeno tre banche centrali hanno avuto successo laddove i loro pari più riconoscibili presso la Fed e la BCE hanno fallito di recente, nel fornire un messaggio più accomodante del previsto sulla politica monetaria. La Reserve Bank della Nuova Zelanda ha tagliato il tasso base di 50 pb (0,5%) al livello più basso di sempre all'1,0% in una mossa che ha sorpreso i mercati e ha fatto precipitare il dollaro del Kiwi di quasi il 3% negli scambi a livelli mai visti dall'inizio del 2016. Altrove le banche centrali indiane e tailandesi hanno anche colto di sorpresa i trader con tagli più grandi del previsto di 35 bp (0,35%) e 25 bp (0,25%) rispettivamente con la decisione di quest'ultimo la prima di queste mosse in 4 anni. Il baht thailandese è calato in risposta, anche se la Rupia è cambiata poco nel corso della giornata.
L'AUDNZD è rimbalzato fortemente dopo la mossa a sorpresa del RBNZ con il prezzo che ora sta testando una confluenza di resistenza dal canale di tendenza ribassista e il ritracciamento del 38,2-41,4% di fib intorno a 1,0450-1,0465. Fonte: xStation

 

Le azioni decisive di questo trio sono il simbolo di una tendenza sempre più evidente da parte delle banche centrali, che stanno chiaramente cercando di allentare la politica, nel tentativo di contrastare un rallentamento globale delle attività che minaccia di accelerare date le crescenti tensioni commerciali tra le due maggiori economie. Incredibilmente entro la fine del prossimo anno, gli investitori si aspettano un taglio dei tassi di oltre 100 bps (1,0%) rispetto al loro livello attuale ed è abbastanza ovvio che i mercati non stanno credendo alla storia del presidente Powell che il taglio recente era semplicemente una regolazione di metà ciclo.

 

I prezzi delle case nel Regno Unito calano di nuovo
 

Per il secondo mese consecutivo il prezzo degli immobili nel Regno Unito è diminuito poiché l'incertezza economica continua a pesare sul mercato. Secondo Halifax, i prezzi delle case sono diminuiti dello 0,2% su base mensile dopo un calo dello 0,4% a giugno - detto questo, tuttavia, i valori sono ancora superiori di oltre il 4% rispetto a un anno fa. Date le incertezze attorno alla Brexit, non sorprende che ci sia stata una certa morbidezza nella zona, ma vale la pena sottolineare che questo tipo di fluttuazioni a breve termine è abbastanza regolare e in sé non dovrebbe essere letto troppo. Il tema principale rimane Brexit e fino a quando non vi sarà una maggiore chiarezza su questo fronte non si aspettano grandi e sostenute mosse nel mercato immobiliare.
Le azioni di Barratt Developments, uno dei più grandi costruttori di case del Regno Unito, rimangono ben supportate con il titolo ancora al di sopra dei livelli del referendum pre-Brexit. Fonte: xStation

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA, con sede a Varsavia, Ogrodowa 58, 00-876 Varsavia, Polonia (KRS n. 0000217580) ed è supervisionato dall'autorità finanziaria polacca (KNM). M-4021-57-1 / 2005). Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A.non è responsabile per le azioni o le omissioni di alcun cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari, intraprese sulla base delle informazioni contenute nella presente comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri.

Condividi:
Precedente