Apri un conto reale Apri un conto Demo

Cosa aspettarsi dall’incontro della Fed?

11:52 20 marzo 2019

Un cosiddetto "Fed put" (ovvero: politica di soccorso dell’economia del paese tramite un abbassamento dei tassi di interesse) è stato uno dei grandi temi di mercato di quest'anno. Le preoccupazioni per il rallentamento economico hanno cambiato le aspettative sulla politica della Fed, l'esuberanza dei mercati azionari e l'incerta avanzata del dollaro USA. Il presidente del FOMC ha ammesso che è necessario adeguare la loro politica, per cui adesso attendiamo cambiamenti ufficiali. In questa analisi delineiamo cosa possiamo aspettarci dall'incontro e daremo un'occhiata nello specifico ai grafici US500 e EURUSD.

Sommario:

  • La Fed dovrà rivedere le aspettative sui tassi di interesse

  • Le osservazioni del presidente Powell saranno importanti

  • US500 ha eliminato la resistenza, massimi del 2018 in vista

  • EURUSD continua ancora con una tendenza al ribasso

  •  

La Fed non andra’in aumento, ma ammetterà i tagli dei tassi d'interesse?


Finora una comunicazione della Fed ha chiarito che non vedremo alcun aumento dei tassi nel prossimo futuro. Un analisi di dicembre ha mostrato che una grande maggioranza ha visto almeno 1 aumento quest'anno, alcune addirittura 3 aumenti. Questo ora cambierà, ma fino a che punto? Si noti che i mercati prevedono già un taglio dei tassi nel 2020, ma non riteniamo che la Fed sia pronta a confermare tali aspettative. In definitiva il tono dei commenti potrebbe essere decisivo. La Fed sta attenuando la propria posizione (evitando ulteriori aumenti dei tassi e segnalando la fine del processo di riduzione del bilancio) perché vede una minore inflazione ma ancora una solida crescita (scenario positivo), o perché è preoccupata che una minore inflazione faccia parte di un rallentamento globale che influenzerà anche l'economia degli Stati Uniti (scenario negativo)?

Solo 3 mesi fa la Fed aveva suggerito aumenti dei tassi d'interesse nel 2019 e nel 2020. Ora i mercati prevedono un taglio dei tassi d'interesse il prossimo anno. Fonte: Bloomberg

US500 - Massime di tutti i tempi in vista

Una ripresa spettacolare dalla correzione del tardo 2018 continua e la US500 ha recentemente eliminato l'ultimo ostacolo - il livello 2815 che ha fermato i rialzisti per 3 volte alla fine del 2018 e alla fine ha causato una forte svendita a dicembre. C'è anche il 78,6% di Fibo della correzione 2018 completa, quindi questo era certamente un livello forte. Tuttavia, ora è rotto, superato e potrebbe fungere da supporto con la resistenza ai massimi storici, a soli 100 punti di distanza.

EURUSD - ancora bloccato in una tendenza al ribasso

Nonostante un chiaro cambiamento nelle aspettative della Fed, l'EURUSD rimane in una tendenza al ribasso che può essere inglobata da una formazione a cuneo. La ragione di ciò è la debolezza dell'economia europea che ha costretto la BCE ad abbandonare ogni speranza di aumento dei tassi di interesse e di proporre effettivamente il nuovo round di TLTRO(Operazioni mirate di rifinanziamento a lungo termine). Possiamo vedere che i precedenti tentativi di andare più in alto col prezzo hanno fallito e la coppia avrebbe davvero bisogno di un forte impulso a muoversi. Oltre al cuneo, la coppia affronta una chiara linea di resistenza a 1,1515.

 

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA Questo servizio è fornito da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA (società per azioni X-Trade Brokers Brokerage House), con sede legale a Varsavia, Ogrodowa 58, 00 -876 Varsavia, Polonia, (numero di KRS 0000217580). X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A. svolge attività di intermediazione sulla base della licenza concessa dalla Securities and Exchange Commission polacca l'8 novembre 2005 n. DDM-M-4021-57-1 / 2005 ed è supervisionata dall'autorità di vigilanza polacca.

Questo rapporto è fornito esclusivamente a scopo informativo e di marketing. Qualsiasi opinione, analisi, prezzo o altro contenuto non costituisce un consiglio o una raccomandazione di investimento. XTB non accetterà alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni, inclusa, a titolo esemplificativo, qualsiasi perdita di beneficio, che potrebbe derivare direttamente o indirettamente dall'uso o dall'affidamento di tali informazioni.

Condividi:
Precedente