🔻 La paura del virus fa tremare i mercati

16:18 21 dicembre 2020

❗ Tutto quello che c'è da sapere sulle ultime correzioni dei mercati

Il petrolio scende del 5%, il DE30 scivola di 600 punti, il dollaro USA recupera bruscamente, la volatilità si manifesta quasi ovunque. Proprio quando quest'anno sembrava tutto sistemato e gli investitori avevano iniziato a preparare i regali di Natale, accade tutto questo. Cosa ha causato il panico e, dovreste avere paura?

 

Il virus colpisce di nuovo nel Regno Unito

Da quando è scoppiata la notizia del vaccino, all'inizio di novembre, i mercati erano in modalità "tutto andrà alla grande". Le banche centrali e i governi avevano continuato a dare stimoli, mentre una vasta vaccinazione prometteva un ritorno alla normalità. Ci si aspettava un grande ritorno per il 2021. Per questo motivo tutte le spaventose statistiche COVID e le nuove restrizioni (che si pensava fossero a breve termine) non avevano più importanza - per i mercati la pandemia era diventata una cosa del passato. Fino ad oggi. La nuova mutazione del coronavirus nel Regno Unito getta una lunga ombra su questa prospettiva rosea. E se i vaccini non vi renderanno immuni? E se il virus potesse mutare più e più volte, non permettendo la corretta riapertura?

 

L'eccesso di fiducia è di solito un segnale d'allarme

Solo una settimana fa, nel nostro webinar settimanale, avevamo messo in guardia contro l'eccessiva fiducia nei mercati. Come potete vedere qui sul grafico - il rapporto put/call per le azioni USA è scivolato al più basso degli ultimi decenni, mostrando l'autocompiacimento degli investitori. Avevamo anche avvertito che l'aumento del volume delle opzioni negli Stati Uniti avrebbe suggerito agli investitori al dettaglio di iniziare a utilizzare le “call options” come alternativa alle azioni. Quando combiniamo l'eccessiva fiducia dei mercati nelle prospettive con un posizionamento così estremo, non è difficile che si verifichi un rilassamento.

 

Il record del basso rapporto put/call era un segnale di avvertimento che i rischi non avevano un prezzo. Fonte: Bloomberg, Ricerca XTB

Cosa guardare?

Ci sono poche cose che combattono per l'attenzione in questo momento, tra cui l'accordo sugli stimoli americani e i colloqui sulla Brexit, ma dal punto di vista del mercato queste sono solo distrazioni. Ciò che conta è la gravità della situazione nel Regno Unito - se le speranze di riapertura sono precipitate, ci sono molti rischi da sciogliere. D'altra parte, con tutto l'incoraggiamento delle banche centrali, gli investitori saranno felici di giocare al ribasso non appena penseranno che la mutazione del virus non cambierà materialmente le prospettive.

US500 ancora sopra i massimi di settembre

Nonostante l'oscurità di lunedì, gli US500 rimangono al di sopra dei massimi di settembre, quando i mercati erano altrettanto ipercomprati. Se si verifica una correzione di simile entità, il supporto dovrebbe aggirarsi intorno a 3300. Notate che l'intero rally post-marzo non ha ancora visto la prima "vera" correzione e solo un ritracciamento del 38,2% vedrebbe gli US500 tornare a 3035!

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA, con sede a Varsavia, Ogrodowa 58, 00-876 Varsavia, Polonia (KRS n. 0000217580) ed è supervisionato dall'autorità finanziaria polacca (KNM). M-4021-57-1 / 2005). Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A.non è responsabile per le azioni o le omissioni di alcun cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari, intraprese sulla base delle informazioni contenute nella presente comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri.

Condividi:
Precedente