Le azioni del Regno Unito hanno toccato i massimi degli ultimi 5 mesi

15:45 18 marzo 2019

È stato un inizio brillante per la nuova settimana per le azioni a Londra, con il FTSE che ha avuto un rally vicino al livello 7300 raggiungendo il livello più alto dallo scorso Ottobre. Stamattina, dopo una solida settimana di guadagni, la sterlina ha iniziato in svantaggio, con la moneta in ribasso contro tutti i suoi pari.

L'UK100.cash è salito al livello più alto dallo scorso Ottobre, e così facendo il prezzo ha reintersecato la SMA a 200 giorni. Fonte: xStation

Un'altra settimana impegnativa per la Brexit

I prossimi giorni potrebbero rivelarsi fondamentali sul fronte della Brexit, con un altro significativo voto sull’accordo del Primo Ministro May previsto domani sera prima che il summit dell'UE inizi giovedì. C'è qualche speculazione sul fatto che il governo andrà avanti con il voto all'ultimo minuto per evitare un'altra umiliante sconfitta, con la posizione del DUP vista come il fattore decisivo. Se il DUP non sara’ d’accordo, allora chiedere ai parlamentari di votare di nuovo potrebbe rivelarsi un tentativo infruttuoso, mentre si chiacchiera anche che la May potrebbe dimettersi per garantire ulteriore supporto. Questa incertezza sta pesando sulla sterlina, che è la valuta principale con le peggiori prestazioni nel corso della giornata. A lungo termine, sia le prospettive fondamentali che quelle tecniche per la sterlina appaiono piuttosto costruttive, ma ora come ora il mercato è estremamente sensibile ai rischi principale legati alla Brexit.

 

Banche tedesche in mega negoziati di fusione

La notizia che Commerzbank e Deutsche Bank hanno formalmente iniziato i colloqui su una fusione che creerebbe il secondo maggior finanziatore nell'area dell'euro ha aumentato entrambi i titoli, con la Deutsche Bank in rialzo di oltre il 4% e il miglior titolo per il Dax tedesco 30. Questo accordo è stato a lungo ritardato, in gran parte dovuto ai problemi ben documentati di Deutsche e se concordato vedrebbe entità nata dalla loro fusione in controllo di € 1,9T in risorse e oltre 140.000 dipendenti. Le azioni in Deutsche Bank sono crollate al livello più basso mai raggiunto di soli € 6,70 alla fine dello scorso anno e hanno subito maggiori pressioni nelle ultime settimane, dopo che la BCE ha segnalato che è improbabile che spostino il tasso sui depositi da una situazione negativa nel prossimo futuro. I guadagni odierni hanno visto il titolo tornare al di sopra del valore di €8, ma rimangono ancora ben al di sotto del picco pre-crisi di € 112 e il forte calo ha aperto la possibilità di una potenziale fusione.    

 

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA Questo servizio è fornito da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA (società per azioni X-Trade Brokers Brokerage House), con sede legale a Varsavia, Ogrodowa 58, 00 -876 Varsavia, Polonia, (numero di KRS 0000217580). X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A. svolge attività di intermediazione sulla base della licenza concessa dalla Securities and Exchange Commission polacca l'8 novembre 2005 n. DDM-M-4021-57-1 / 2005 ed è supervisionata dall'autorità di vigilanza polacca.

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA, con sede a Varsavia, Ogrodowa 58, 00-876 Varsavia, Polonia (KRS n. 0000217580) ed è supervisionato dall'autorità finanziaria polacca (KNM). M-4021-57-1 / 2005). Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A.non è responsabile per le azioni o le omissioni di alcun cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari, intraprese sulla base delle informazioni contenute nella presente comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri.

Condividi:
Precedente