Tesla: Panoramica del rapporto sugli utili del terzo trimestre

14:45 22 ottobre 2020

Tesla ha riportato i guadagni del terzo trimestre mercoledì dopo la fine della sessione di Wall Street. Il titolo è salito nel trading after-hour poiché il rilascio ha mostrato il quinto trimestre redditizio consecutivo. Il produttore statunitense di veicoli elettrici ha confermato la sua guida per l'intero anno. 
 

Un altro trimestre redditizio
Tesla è riuscita a generare $ 809 milioni nell'utile netto del terzo trimestre. L'adeguamento per un compenso basato su azioni lascia Tesla con un reddito netto di 331 milioni di dollari. Questa cifra è risultata leggermente inferiore alla stima media di $ 394 milioni. L'EPS rettificato di $ 0,76 è stato superiore al previsto di $ 0,57. Ha segnato il quinto trimestre consecutivo redditizio per Tesla, dimostrando che la società non è più una macchina che brucia denaro come una volta. La liquidità disponibile è aumentata di $ 5,9 miliardi durante il trimestre e la società ha ottenuto un flusso di cassa libero positivo di $ 1,4 miliardi.
Tesla continua a godere di una robusta crescita dei ricavi. Tuttavia, è notevolmente rallentato rispetto agli anni precedenti. Fonte: Bloomberg, XTB
 

Entrate, consegne e produzione record
 

Tesla è anche riuscita a generare entrate trimestrali record quando le consegne hanno raggiunto il record. Il produttore statunitense di veicoli elettrici ha generato 8,77 miliardi di dollari (previsto 8,36 miliardi di dollari) mentre le consegne trimestrali sono salite a 139.300 veicoli. Le consegne sono aumentate del 44% su base annua, mentre i ricavi sono aumentati del 39% su base annua. Non solo le consegne hanno raggiunto un nuovo record, ma l'azienda è anche riuscita a produrre un numero record di veicoli nel trimestre (145.000) con l'avvio delle linee di produzione. Tesla ha confermato il suo obiettivo per l'intero anno di consegnare mezzo milione di veicoli quest'anno, nonostante il rischio che nuovi blocchi impattino la domanda. Inoltre, alla domanda sull'obiettivo del prossimo anno, Elon Musk ha affermato che le consegne dovrebbero essere in prossimità della massima capacità produttiva (840.000 - 1.000.000 di veicoli).
Sia le consegne che la produzione hanno raggiunto un livello record nel terzo trimestre del 2020. Tuttavia, è stato il primo terzo trimestre dal 2016 dove le scorte sono aumentate invece di diminuire. Fonte: Bloomberg, XTB
 

I crediti regolamentari rimangono una preoccupazione
 

Tuttavia, non tutto è così roseo come sembra. Tesla è riuscita ancora una volta a ottenere un'enorme quantità di denaro dalla vendita di crediti normativi - $ 397 milioni nel terzo trimestre del 2020. I crediti normativi vengono concessi gratuitamente alle case automobilistiche statunitensi e devono averne un certo livello alla fine del l'anno. Questo livello dipende dalla quantità di veicoli elettrici e convenzionali che producono. Poiché Tesla produce solo veicoli elettrici, ha un surplus di crediti e li vende regolarmente alle aziende che hanno meno veicoli elettrici nel loro mix. Confrontando $ 397 milioni di vendite a credito con $ 331 milioni di reddito netto rettificato mostra che la produzione automobilistica di Tesla sta ancora perdendo denaro. Tesla è riuscita a generare $ 451 milioni di utili netti rettificati nel primo trimestre del 2020, realizzando un profitto di $ 1,18 miliardi dalle vendite di crediti nello stesso periodo.
Tesla si è ritirata dopo aver raggiunto un doppio massimo vicino a $ 460. Il titolo è scivolato verso l'area di $ 400 questa settimana, dove è possibile trovare il  23,6% del ritracciamento e la linea di tendenza al rialzo. Tuttavia, il solido aumento delle entrate del terzo trimestre potrebbe aiutare i rialzisti a fermare i ribassi e puntare nuovamente verso i 460 $. Fonte: xStation5

Questo contenuto è stato creato da X-Trade Brokers Dom Maklerski SA, con sede a Varsavia, Ogrodowa 58, 00-876 Varsavia, Polonia (KRS n. 0000217580) ed è supervisionato dall'autorità finanziaria polacca (KNM). M-4021-57-1 / 2005). Questo materiale è una comunicazione di marketing ai sensi dell'Art. 24, paragrafo 3, della direttiva 2014/65 / UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014, relativa ai mercati degli strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92 / CE e la direttiva 2011/61 / UE (MiFID II). La comunicazione di marketing non è una raccomandazione di investimento o informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento ai sensi del regolamento (UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, relativo agli abusi di mercato (regolamento sugli abusi di mercato) e che abroga la direttiva 2003/6 / CE del Parlamento europeo e del Consiglio e direttive della Commissione 2003/124 / CE, 2003/125 / CE e 2004/72 / CE e regolamento delegato (UE) 2016/958 della Commissione, del 9 marzo 2016, che integra il regolamento UE) n. 596/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le norme tecniche di regolamentazione per le disposizioni tecniche per la presentazione obiettiva di raccomandazioni di investimento o altre informazioni che raccomandano o suggeriscono una strategia di investimento e per la divulgazione di particolari interessi o indicazioni di conflitti di interessi o qualsiasi altra consulenza, anche nell'ambito della consulenza sugli investimenti, ai sensi della legge sugli strumenti finanziari del 29 luglio 2005 (ad es. Journal of Laws 2019, voce 875, come modificata). La comunicazione di marketing è preparata con la massima diligenza, obiettività, presenta i fatti noti all'autore alla data di preparazione ed è priva di elementi di valutazione. La comunicazione di marketing viene preparata senza considerare le esigenze del cliente, la sua situazione finanziaria individuale e non presenta alcuna strategia di investimento in alcun modo. La comunicazione di marketing non costituisce un'offerta di vendita, offerta, abbonamento, invito all'acquisto, pubblicità o promozione di strumenti finanziari. X-Trade Brokers Dom Maklerski S.A.non è responsabile per le azioni o le omissioni di alcun cliente, in particolare per l'acquisizione o la cessione di strumenti finanziari, intraprese sulla base delle informazioni contenute nella presente comunicazione di marketing. Nel caso in cui la comunicazione di marketing contenga informazioni su eventuali risultati relativi agli strumenti finanziari ivi indicati, questi non costituiscono alcuna garanzia o previsione relativa ai risultati futuri.

Condividi:
Precedente